rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Serie A

Inter, perché Simone Inzaghi è meglio di Conte

L'ex tecnico della Lazio ha dato un gioco moderno ed offensivo ai nerazzurri

Ancora una vittoria, la quarta consecutiva e la sesta nelle ultime sette gare. L'Inter, nella sedicesima giornata di Serie A, ha espugnato l'Olimpico di Roma travolgendo i giallorossi con un secco 0-3 maturato già nel corso del primo tempo. Una prestazione autoritaria quella dei nerazzurri, adesso distanti solamente una lunghezza dalla vetta e sempre più prepotentemente candidati alla conquista del secondo scudetto consecutivo. Sì, perché la formazione di Simone Inzaghi sta stupendo non tanto per i risultati, che comunque hanno subito un'impennata nelle ultime settimane, quanto per la qualità del gioco espressa. Ed in Italia, al momento, soltanto forse l'Atalanta può vantare la stessa fluidità di manovra.

Calciomercato Inter, sogno Vlahovic: perché l'affare non è impossibile

Perché Simone Inzaghi è meglio di Conte

E pensare che alla vigilia della stagione, in casa interista, i punti interrogativi erano diversi. L'addio del tecnico Antonio Conte e le cessioni di Hakimi e Lukaku, passati rispettivamente a Paris Saint-Germain e Chelsea, lasciavano presagire ad un anno di rifondazione e di ricostruzione, invece, grazie al lavoro di Simone Inzaghi, i risultati stanno già arrivando. Oltre al secondo posto in campionato, i nerazzurri hanno infatti anche staccato il pass per gli ottavi di finale di Champions League, ritrovando finalmente una caratura internazionale dopo anni di delusioni in campo europeo.

Ed i meriti sono quasi tutti del nuovo allenatore: malgrado una rosa sulla carta più debole di quella dell'anno passato (Dzeko non vale Lukaku e Dumfries non è ancora all'altezza di Hakimi), quest'Inter, per quanto si vede in campo, sembra addirittura più forte di quella che ha conquistato lo scudetto l'anno passato. La formazione di Inzaghi ha infatti un approccio sempre propositivo, facendo della manovra avvolgente e corale il suo punto di forza maggiore. I meccanismi voluti dal nuovo tecnico funzionano alla perfezione e la squadra, sul terreno di gioco, non solo ottiene risultati, ma si diverte. Un cambio di mentalità radicale rispetto a quello della passata stagione, in cui i nerazzurri erano più speculativi giocando un calcio di ripartenza e concedendo poco allo spettacolo. Un approccio che ha dato sì i suoi frutti (ma solo in Italia, in Champions arrivò infatti una precoce eliminazione giàò nella fase a gironi), ma legato ad un calcio vecchio stampo, che, con il passare degli anni, sembra destinato a scomparire. Con Inzaghi, invece, l'Inter vince e diverte, promettendo di conquistare un posto in vetrina anche a livello europeo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter, perché Simone Inzaghi è meglio di Conte

Today è in caricamento