rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

Lo strano caso della Supercoppa Inter-Juve (e del rinvio di Juve-Napoli)

Manca solo l'ufficialità, ma i massimi esperti sono ormai sicuri: la Supercoppa italiana tra Inter e Juventus si giocherà domenica 5 gennaio allo stadio Meazza di San Siro a Milano. La notizia, inizialmente lanciata dalla Gazzetta dello Sport, sta rimbalzando da questa mattina sulle bacheche social di tutta Italia, con l'hashtag #InterJuventus attualmente trending topic su Twitter.

Ma come mai una partita che, diciamo la verità, in genere non scalda più di tanto i cuori dei tifosi è sulla bocca, e sulle tastiere, di tutti? Fondamentalmente per due motivi. Il primo è che, dopo più di undici anni, il trofeo torna a disputarsi in casa della squadra che ha vinto lo scudetto nella stagione precedente. L'ultima volta fu nell'agosto 2010, l'Inter del post triplete superò la Roma per 3-1. Dopodiché, la Supercoppa si è giocata quasi sempre in campo neutro (tranne che nel 2013 e nel 2017, quando Juve-Lazio fu giocata all'Olimpico), e quasi sempre all'estero, soprattutto per ragioni economiche e di immagine, come del resto era già avvenuto qualche volta in passato. 

Cos'è cambiato quest'anno? È successo che l'Arabia Saudita, che ha un'opzione per ospitare ancora una Supercoppa italiana, non ha esercitato il proprio diritto contrattuale. Di conseguenza, forse anche per ragioni di sicurezza legate alla pandemia, la Lega Serie A ha stabilito di far disputare in Italia anche questa edizione del trofeo, dopo la scorsa giocatasi a Reggio Emilia tra Juventus e Napoli. E a proposito di Juve-Napoli, con la Supercoppa il 5 gennaio, verrebbe rimandata la sfida di campionato tra bianconeri e azzurri in calendario per il 6 gennaio. Un rinvio che farà felice mister Spalletti, che così potrebbe contare sul rientro di tre giocatori fondamentali come Koulibaly, Anguissa e Osimhen, che a inizio gennaio saranno impegnati in Coppa d'Africa.

Se si ripensa alla lunga vicenda di Juve-Napoli della scorsa stagione, con il 3-0 a tavolino per i bianconeri che venne annullato dal terzo grado della giustizia sportiva, il Collegio di Garanzia del Coni, allora si può comprendere facilmente perché #InterJuventus sia oggi tra gli argomenti più discussi sui social media in Italia, scatenando in particolare l'ironia e/o la rabbia dei tifosi juventini.

Cosa sarebbe successo al contrario?

Per capire meglio lo stato d'animo dei sostenitori bianconeri, si può fare un esercizio mentale che in genere gli insegnanti ci fanno fare alle elementari: mettersi nei panni dell'altro per capirne i sentimenti. Immaginiamo quindi che l'anno scorso Napoli-Juve sia stata prima assegnata agli azzurri di Gattuso a tavolino, per mancata presenza dei bianconeri di Pirlo, alle prese con alcuni giocatori positivi al Covid e con la squadra fermata dall'Asl di Torino, e poi che, ricorso dopo ricorso, alla fine il match sia stato fatto giocare mesi dopo. 

Ora, immaginiamo che a gennaio si giochi la Coppa America, e che la Juve debba rinunciare per diverse settimane a Dybala, Cuadrado, Bentancur, Danilo e Alex Sandro. Ecco, adesso ipotizziamo che Napoli-Juve venga di nuovo rimandata a quando Allegri recupererà i suoi giocatori sudamericani. E in tutto ciò, facciamo finta che dopo 9 scudetti consecutivi dell'Inter o del Milan, la Supercoppa torni a disputarsi in casa della vincitrice dello scudetto proprio quando tocca alla Juve.

Cosa succederebbe adesso? Che clima ci sarebbe tra gli appassionati di calcio? Qualcuno avrebbe qualcosa da obiettare o tutto filerebbe liscio? Ognuno si dia una risposta. 

Prosegui a leggere qui

Si parla di
Sullo stesso argomento

Lo strano caso della Supercoppa Inter-Juve (e del rinvio di Juve-Napoli)

Today è in caricamento