Martedì, 26 Ottobre 2021
Serie A

Derby della Mole, tre motivi per cui il Torino può battere la Juventus

I granata, sotto la guida di Juric, hanno trovato compattezza e solidità difensiva

Una gara mai banale, attesa per tutto l'anno soprattutto sulla sponda granata. È Torino-Juventus, il derby della Mole, quello che, nella tradizione, vede opporsi il mondo operaio a quello più abbiente e snob. Un confronto tra fasce sociali agli antipodi, con le due tifoserie, in origine, divise da un abisso sociologico ed esistenziale. E se con il tempo quella marcata divergenza sembra essersi lentamente affievolita, ancora oggi, in Torino-Juventus, rimane il senso di quella sfida lanciata dal piccolo (ma dal cuore grande) Toro ai ricchi rivali bianconeri. E forse, mai come quest'anno, i granata possono davvero togliersi lo sfizio di battere la Vecchia Signora. Ecco perché in tre motivi.

Juric, quei precedenti contro la Juventus

Dopo una partenza lenta, con due sconfitte nelle prime due giornate, i granata hanno inserito le marce alte, raccogliendo otto punti nelle successive quattro gare grazie alle vittorie con Salernitana e Sassuolo ed i pareggi contro Lazio e Venezia. Partite in cui è emersa chiaramente l'impronta di gioco data da Juric, reduce da due stagioni da protagonista al Verona. E proprio il tecnico croato sa bene come fermare la Juventus, visto che sulla panchina scaligera, nei quattro precedenti contro i bianconeri, ha saputo raccogliere una vittoria e due pareggi.

Solidità difensiva

I granata, nelle ultime quattro partite, non hanno mai subito gol su azione. Le due uniche reti incassate sono infatti arrivate sui penalty trasformati da Immobile nella gara contro la Lazio e da Aramu nella trasferta di Venezia. Per il resto la porta di Milinkovic-Savic è rimasta inviolata, a testimonianza di una solidità difensiva rara da trovarsi tra le cosiddette "piccole".

Fragilità bianconere e stanchezza post Champions

Da tenere conto, poi, dell'avvio di stagione tutt'altro che esaltante della Juventus. Vero che i bianconeri nelle ultime gare hanno dato segnali di risveglio, ma è altrettanto vero che la difesa, almeno in campionato, ha continuato a traballare non poco. Ed anche l'impresa ottenuta in Champions contro il Chelsea potrebbe lasciare strascichi sulla formazione di Allegri: priva di elementi per attuare un robusto turnover causa infortuni, la Vecchia Signora potrebbe arrivare al derby non al 100% della condizione fisica. Ed il Toro è pronto ad approfittarne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby della Mole, tre motivi per cui il Torino può battere la Juventus

Today è in caricamento