Lunedì, 21 Giugno 2021
La ferita ancora aperta

Italia, l'ex ct Ventura: "La partita con la Svezia? Segnata in partenza, ambiente negativo"

L'ex commissario tecnico è tornato a parlare della sfida che estromise gli azzurri dai Mondiali 2018

È una ferita ancora aperta, quell'Italia-Svezia di tre anni fa. Lo 0-0 di San Siro, in virtù della vittoria svedese per 1-0 nel match di andata, costò la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 alla formazione azzurra, rimasta fuori dalla fase finale del torneo per la prima volta dopo cinquant'anni. E di quella gara, a FanPage.It, è tornato a parlare ancora una volta l'allora commissario tecnico Giampiero Ventura.

Ventura: "Italia-Svezia? Partita segnata in partenza, ambiente negativo"

"È stata una partita segnata in partenza - ha raccontato Ventura -, perché l'ambiente era estremamente negativo. Ricordo invece con più sofferenza l'andata, in cui abbiamo perso 1-0 senza aver subito un tiro in porta, con un tiro deviato, dopo aver sbagliato due gol a porta vuota e dopo aver preso un palo, con la palla che ha camminato sulla linea. Quella la ricordo con rammarico, l'altra si era invece creata una situazione di forte difficoltà, figlia non tanto di un aspetto calcistico ma di tante altre cose di cui preferisco non parlare più".

"Serie A? Campionato anomalo, Sassuolo bello e divertente"

Il tecnico si è poi soffermato anche sull'attuale campionato di Serie A: "Se sto vedendo qualcosa di bello? Il Sassuolo. Credo che a livello di gioco si stia assestando su delle posizioni importanti. Al di là dell'ultima partita che non è stata straordinaria, ha sviluppato un calcio assolutamente propositivo e in alcuni casi molto divertente. Il tutto tenendo presente la qualità della rosa che non è come quella di altre squadre. Questo - ha proseguito -è un campionato dove, non avendo fatto preparazione e amichevoli, le squadre che sono partite con lo stesso allenatore dell'anno prima sono partite nettamente avvantaggiate. L'esempio del Milan e del Sassuolo è chiaro, così come in senso inverso è chiaro quello del Torino o quello della Juventus di Pirlo, che conosce bene l'ambiente ma che ha avuto poco tempo a disposizione per lavorare. Chi ha iniziato ex novo è evidente che è partito un poco ad handicap, non avendo avuto la possibilità di lavorare sul campo. Anche da questo punto di vista - ha concluso - è un campionato anomalo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia, l'ex ct Ventura: "La partita con la Svezia? Segnata in partenza, ambiente negativo"

Today è in caricamento