Domenica, 13 Giugno 2021
In Cilec / Cile

Vidal positivo al coronavirus: il centrocampista ricoverato in ospedale

Niente qualificazioni ai Mondiali per il mediano dell'Inter: nel corso della visita preventiva quotidiana effettuata ieri, lunedì 31 maggio, il cileno è risultato positivo al Covid 19. Nei giorni precedenti aveva manifestato una sindrome febbrile dovuta a tonsillite

Arturo Vidal dopo il vaccino nella foto postata sul suo profilo Instagram

Il centrocampista dell'Inter e della Nazionale cilena, Arturo Vidal, è stato ricoverato in ospedale dopo essere risultato positivo al coronavirus. Il mediano ex Juve e Barcellona, laureatosi da poco campione d'Italia con il club nerazzurro, si trovava in ritiro con il Cile: a causa del Covid salterà certamente la partita di qualificazione ai Mondiali contro l'Argentina. 

Arturo Vidal positivo al Covid 19

A dare la notizia della positività al Covid 19 di Vidal è stato lo staff medico della Nazionale cilena con un comunicato pubblicato sul sito del Cile: "Il corpo medico della nazionale cilena sottolinea che su richiesta di Arturo Vidal, si comunica che il giocatore è stato diagnosticato positivo al Covid nel corso della visita preventiva quotidiana effettuata lunedì 31 maggio". In precedenza, il team medico aveva riferito che Vidal non si stava allenando ed era stato separato dal resto della squadra per aver presentato "una sindrome febbrile dovuta a tonsillite". 

Tre giorni fa il 34enne centrocampista dell'Inter, che adesso si trova ricoverato in Cile, era stato vaccinato contro il covid insieme a tutti i calciatori della squadra cilena. Il centrocampista, dispiaciuto per l'assenza forzata contro l'Argentina, ha lanciato un messaggio a tutto il Paese dal suo profilo Instagram: "Purtroppo nei controllo di oggi ho scoperto di essere risultato positivo al Covid dopo che un amico, asintomatico, è risultato positivo in un controllo preventivo. Questa volta non potrò essere in campo, ma sosterrò i miei compagni con tutte le mie forze. Mi riprenderò presto per poter indossare di nuovo La Roja de Todos. Ringrazio tutti gli operatori sanitari che si sono presi cura di tutti i cileni che stanno lottando contro questa terribile pandemia. E vi chiedo, per favore, se potete farlo: vaccinatevi".

Intanto, l'epidemia nel Paese sudamericano rimane su numeri preoccupanti: 6mila contagi al giorno in media e un sistema sanitario nazionale messo in grande difficoltà. Dall'inizio della pandemia in Cile ci sono stati 1.3 milioni di contagi e oltre 29mila morti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vidal positivo al coronavirus: il centrocampista ricoverato in ospedale

Today è in caricamento