rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Conference League

Alla scoperta del Viktoria Plzen, prossimo avversario della Fiorentina in Conference League

A contendere ai viola l'accesso alle semifinali sarà l'attuale terza forza del calcio ceco, che ha sei titoli nazionali all'attivo e che si presenta all'appuntamento senza aver mai perso nella competizione

Fondato oltre cento anni fa e da sempre considerato una realtà di secondo piano nel panorama calcistico ceco, il Viktoria Plzen che contenderà alla Fiorentina l’ingresso alla semifinale di Conference League ha progressivamente scalato le gerarchie fino ad assumere un ruolo di primo piano in patria. Il salto di qualità nella storia del club avviene con la conquista del primo titolo nazionale, festeggiato nella stagione 2010/2011, a cui ne faranno seguito altri cinque – l’ultimo tre anni fa – che si vanno ad aggiungere ad una coppa nazionale e a due edizioni della Supercoppa messe in bacheca. I successi in patria hanno permesso anche il costante ingresso nelle competizioni continentali, che contemplano anche la partecipazione ad alcuni edizioni della Champions. Ma è in Europa League che il Viktoria Plzen ottiene i risultati più lusinghieri, centrando per due volte gli ottavi di finale, eliminata nel doppio confronto dall’Olympique Lione nel 2013/2014 e dallo Sporting Lisbona ai tempi supplementari nel 2017/2018.

Saldamente al terzo posto nella Fortuna Liga, il massimo torneo del calcio ceco che vede la lotta “Made in Praga” tra Sparta e Slavia per l’assegnazione del titolo, i rossoblù hanno vissuto il loro momento migliore a cavallo tra la fine del 2023 e l’inizio del nuovo anno, con dieci vittorie e due pareggi in patria tra campionato e Pohár FAČR (la coppa nazionale, dove sono attualmente in semifinale) ottenute in quattro mesi, a cui si aggiunge il percorso netto in Conference League, dove hanno ottenuto sei vittorie nel girone eliminatorio ed estromesso il Servette negli ottavi di finale (terminati con i calci di rigore al ritorno dopo i pareggi in ambedue i confronti).

Il Viktoria ha forzatamente cambiato volto nel corso della stagione, rinunciando in occasione della finestra invernale di mercato al portiere titolare Jindrick Stanek (finito allo Slavia Praga) ed al centrale difensivo Pavel Bucha, volato oltreoceano per giocare nella Major League statunitense. Ma i recenti risultati hanno sortito l’effetto di valorizzare alcuni dei pezzi pregiati dello scacchiere, a partire dal ventitrenne talentuoso trequartista Pavel Sulc capocannoniere con diciotto centri e spalla ideale per la punta Tomas Chory, che alla soglia dei trentanni da due stagioni sembra aver trovato regolarità in fase realizzativa (17 la scorsa stagione, a quota 12 quest’anno). La difesa è invece governata da Robin Hranáč, centrale che detiene il record di minutaggio (41 presenze dall’inizio su 44 gare stagionali finora disputate dalla squadra): anche lui come, Sulc e Chory, ha fatto il suo esordio in nazionale nei match disputati a marzo dalla Repubblica Ceca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta del Viktoria Plzen, prossimo avversario della Fiorentina in Conference League

Today è in caricamento