Giovedì, 28 Ottobre 2021
Mondiali di calcio

Cassano torna FantAntonio e Prandelli lo vuole al Mondiale

A Verona anche il vice di Prandelli. Sarà decisivo aprile ma Prandelli ci prensa seriamente

"Campionati del mondo? Ho lo zero per cento di possibilità di andare al Mondiale. Che ti devo dire? Che ho l'uno per cento? No, ora ne ho lo zero virgola zero per cento". Era il 2 gennaio quando Antonio Cassano pronunciava queste parole. Era appena sfumata la possibilità di approdare alla sua Sampdoria e lui, a Collecchio, giurava amore eterno al Parma. Parma e basta perchè dall'azzurro non si aspettava allora nulla. Ma in quella frase, pronunciata con il sorriso, c'era un ora che oggi, dopo la sofferta sconfitta italiana con la Spagna, mostra tutto il suo tempo. 

Cassano ora all'azzurro ci può puntare. Prandelli, in debito di ossigeno nel reparto attaccanti, può riaprire la porta anche a Fantantonio. A parlargli, più di qualsiasi dichiarazione, sono i nove gol messi a segno in questa stagione, la continuità di rendimento con la maglia crociata e, sicuramente, le rassicurazioni dallo spogliatoio emiliano. Cassano avrebbe messo la testa a posto e a confidarlo al commissario tecnico Cesare Prandelli sarebbe stato anche il figlio Niccolò, uno dei preparatori atletici del Parma. 

Con il Verona al Tardini, c'era poi il vice di Prandelli Gabriele Pin, un altro parmigiano che conosce a fondo la realtà crociata. Ora si attende però la scelta dello stesso ct azzurro: l'attacco è un reparto senza troppe certezze (Giuseppe Rossi in testa), a Cassano il ct ha sempre chiesto a distanza di dare continuità. E ha ribadito che "le porte non sono chiuse per nessuno". Decisivo sarà aprile, tra le indicazioni sul recupero di Rossi e lo stage per i test fisici di aprile, perchè in Brasile dovranno andare 23 atleti, ha sempre detto Prandelli. 

Se poi hanno amnche un pò di classe, non guasta certo. Dai senatori azzurri sarebbe arrivato anche un assenso al ritorno di Fantantonio: ora spetterà solo a lui rispettare il codice comportamentale dettato dal clan azzurro. Più di incontri chiarificatori, ora Cassano deve continuare a portare in alto il Parma e a dimenticare, come fatto sino ad oggi, le sue vecchie 'cassanatè.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassano torna FantAntonio e Prandelli lo vuole al Mondiale

Today è in caricamento