rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport

Torna la Champions League, tocca alla Juve. Attesa per Manchester-Real

Meno affascinanti gli altri due confronti Porto-Malaga e Schalke-Galatasaray

La tentazione è ghiotta: Alex Ferguson ha la possibilità di stroncare la stagione del suo vecchio nemico Josè Mourinho nella doppia sfida degli ottavi di Champions (mercoledì e ritorno il 5 marzo) tra Real e United, fiore all'occhiello del ritorno delle manifestazioni europee dopo il primo turno conclusosi a dicembre. L'altra sfida clou, quella tra Barcellona e Milan, è differita di una settimana perchè la Champions spalma le sue gare di cartello per offrire più dirette tv in un programma che si apre domani con la Juventus che ospita il Celtic.

Ma i riflettori sono puntati sul Bernabeu perchè il Real, a 16 punti dal Barca nella Liga, punta tutto sulla Champions e un'eliminazione potrebbe accelerare il divorzio da Mourinho. Il tecnico lo sa e ha fatto riposare alcuni titolari nella gara di campionato di sabato col Siviglia stravinta 4-1 con tripletta di Cristiano Ronaldo che prepara nel migliore dei modi la sfida con gli antichi compagni in una gara che ha visto l'ottima prestazione di Kakà che però mercoledì partirà dalla panchina. Numeri stratosferici quelli del portoghese (182 gol in 179 gare in meno di 4 anni col Real, oltre il record di Gento realizzato in 18) che cercherà di fermare il Manchester United che domina la Premier approfittando delle amnesie del City e della stagione balorda del Chelsea, che inseguono a 12 e a 16 punti.

Gli inglesi hanno vinto anche ieri superando l'Everton con un altro gol dell'innesto perfetto Van Persie, chiamato a un duello feroce con Ronaldo. La Juve dopo la salutare vittoria con la Fiorentina affronta martedì in casa il Celtic che con la vittoria di sabato in casa dei secondi in classifica, l'Inverness, ha portato a 18 i punti di vantaggio nella serie A scozzese. Reduce dell'ultima sfida (3-4 in Scozia e 3-2 in casa nel 2002) solo l'eterno Buffon ma per i piemontesi sembra un doppio impegno abbordabile. Gli italiani di Francia, il Psg, galoppano solitari a +5 in vetta alla Ligue1 dopo i gol di Menez, Ibra e Lavezzi nell'anticipo di venerdì e affrontano domani in trasferta il Valencia in una gara arbitrata da Tagliavento.

Gli spagnoli hanno vinto nel recupero a Vigo ma sono sempre a -2 dal quarto posto del Malaga. Equilibrato anche l'altro incontro di mercoledì con lo Shakhtar di Lucescu, battuto in casa dalla Juve a dicembre, che ospiterà il Borussia Dortmund che è ormai concentrato sulla Champions visto che nell'anticipo di Bundesliga di sabato è stato tramortito 4-1 in casa dall'Amburgo e ora il vantaggio del Bayern, che a fine stagione aspetta Guardiola, è di 15 punti. La prossima settimana proprio i bavaresi saranno impegnati martedì 19 in casa dell'Arsenal di Wenger mentre il giorno dopo il clou tanto atteso Milan-Barcellona (che tanto per tenersi in forma ieri ha schiantato il Getafe 6-1) . Meno affascinanti gli altri due confronti Porto-Malaga e Schalke-Galatasaray, con i turchi protagonisti del mercato invernale con gli acquisti di Drogba e Sneijder.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la Champions League, tocca alla Juve. Attesa per Manchester-Real

Today è in caricamento