Mercoledì, 24 Febbraio 2021

Cristiano Ronaldo: "Ci alleniamo duramente, sorpreso in positivo"

Il fuoriclasse non vola basso: "Voglio vincere la Champions con la Juve. Ci focalizzeremo su quella, con i miei compagni, ma senza ossessione, passo dopo passo"

ANSA

Non si nasconde, non vola basso, non l'ha mai fatto in vita sua e non ha intenzione di farlo ora. "Voglio vincere la Champions con la Juve. Ci focalizzeremo su quella, con i miei compagni, ma senza ossessione, passo dopo passo, e poi vedremo: se quest'anno, l'anno prossimo o quello dopo... ". Parola di Cristiano Ronaldo scelto da Dazn come proprio ambasciatore.

"L'obiettivo per il club è vincere il campionato, la Coppa Italia e naturalmente fare del nostro meglio in Champions", ha aggiunto, ribadendo quello che è il "mantra" bianconero degli ultimi anni. A livello personale, poi, CR7 ha un sogno nel cassetto, che riguarda il figlio Cristiano jr di soli 7 anni: "È molto competitivo. È come me da piccolo. Non gli piace perdere. Diventerà come me, ne sono sicuro al 100%" Cristiano Ronaldo ha poi pubblicato sul proprio profilo Instagram una foto della sua famiglia al completo, tutti rigorosamente con la maglia della Juve: lui, la compagna Georgina e i suoi quattro figli, Cristiano jr in piedi in mezzo alla coppia, e i piccoli Alana Martina e i gemelli Eva Maria e Mateo in braccio, sulla terrazza della sua villa sulla collina torinese. "La famiglia bianconera! #fino alla fine".

Sulla Juventus: "Sorpreso in positivo"

Intervista a tutto tondo quella concessa a Dazn. Nella quale Ronaldo spiega la sua scelta della Juve: "Sono sorpreso in positivo, ci alleniamo duramente due volte al giorno - ha detto campione portoghese -. Mi piace come si allenano, la loro mentalità: hanno metodi particolari, sono molto, molto professionali e per questo mi sento bene. Non mi sarei mai aspettato di giocare in questo team, ma certe cose avvengono in maniera naturale. Per me è stata una decisione facile, quanto fatto a Madrid è incredibile, ho vinto tutto, la mia famiglia vive lì, ma fa parte del passato: voglio tentare di scrivere la storia in questo club". 

Cristiano Ronaldo: "Sono cresciuto da solo"

Per quel che riguarda le aspettative e alla pressione vissuta quotidianamente dice: "Gestire la pressione non è facile, però ci sono volte in cui mi piace giocare sotto pressione. Fa parte del mio lavoro, devi conviverci, fa parte dell'essere CR7, fa parte del mio Dna, ma so gestirmi". Ronaldo parla anche della cura del fisico: "Non sono ossessionato dall'aspetto, è un talento naturale" scherza. "Tutto è importante, avere un bell'aspetto, un buon profumo, non solo quando hai a che fare con delle donne. Mi piace vedere la gente vestita bene, curata, che siano uomini o donne. Fa parte della nostra cultura". Infine Ronaldo parla della sua infanzia: "Mio padre ci ha abbandonati quando avevo 11 anni, sono stato costretto a crescere da solo, avevo compagni di squadra e non una famiglia". Tra le figure fondamentali della sua vita anche Alex Ferguson, tecnico del Manchester United: "Nel mondo del calcio è stato un padre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cristiano Ronaldo: "Ci alleniamo duramente, sorpreso in positivo"

Today è in caricamento