rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport

Braschi: "Mani di Granqvist? Non era rigore in Juve-Genoa"

Il designatore arbitrale è chiaro: "Valeri sbaglia, su El Shaarawy non era rigore"

"Era un episodio al limite, ma non era da rigore" il tocco di mano del genoano Granqvist che due settimane fa ha scatenato le proteste della Juventus. Lo ha chiarito il designatore arbitrale Stefano Braschi durante l'incontro fra allenatori, capitani e arbitri, in cui il tecnico della Juventus Antonio Conte è tornato sulle sue proteste e "ha riconosciuto di essere andato oltre", come ha raccontato Braschi.

Insomma il designatore Braschi è sircuro e si esprime così su due dei casi più controversi delle ultime giornate di campionato: "Paolo Valeri ha commesso un errore assegnando il rigore in Milan-Udinese. Marco Guida, invece, ha preso una decisione giusta". A scatenare l'ultima polemica è il rigore assegnato ai rossoneri nel recupero della partita di ieri con i friulani. Il patron dell'Udinese, Giampaolo Pozzo, ha definito Valeri "inadeguato".

"Ieri è stata una giornata molto positiva con partite molto complicate", premette Braschi ai microfoni di Sky. "In Milan-Udinese la direzione di gara è stata perfetta per 92 minuti, poi ha avuto questo epilogo per il quale bisogna obiettivamente parlare di errore, ma da qui a fare dichiarazioni di altro tipo ce ne corre", dice Braschi, assicurando che Valeri in futuro arbitrerà di nuovo l'Udinese. "Gli arbitri li faremo girare per tutte le squadre come sempre fatto, ognuno può dire quello che vuole ma noi continuiamo a fare così". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braschi: "Mani di Granqvist? Non era rigore in Juve-Genoa"

Today è in caricamento