Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport

Polveriera United, Mourinho a rischio esonero secondo i bookmaker. E Mino Raiola...

Il k.o. a sorpresa contro il Brighton è  l'ultimo sintomo di un rapporto pericolosamente incrinato: tra José Mourinho e il Manchester United è crisi nera. E il procuratore stuzzica

ANSA

Peggio non poteva iniziare la stagione del Manchester United. La lamentele di José Mourinho per i mancati colpi di mercato, la delusione di alcuni dei giocatori in rosa per la scarsa considerazione, e come se non bastasse in città i Citizens di Guardiola, eterni rivali, attraversano uno dei migliori periodi della loro storia. Ipotizzare una "cacciata" di Mou ora non è più un'eresia. Il k.o. a sorpresa contro il Brighton è  l'ultimo sintomo di un rapporto pericolosamente incrinato: tra José Mourinho e il Manchester United è crisi dopo la sconfitta nella seconda giornata di campionato, che impedisce l'aggancio a City e Chelsea in vetta alla classifica. 

Una situazione che, sommata alle tensioni nello spogliatoio, potrebbe costare caro al portoghese: per i bookmaker inglesi, riporta Agipronews, è proprio lo Special One il 'favorito' nella scommessa sul primo esonero della stagione, a 4,50. Mourinho ha sorpassato anche il tecnico del Leicester Claude Puel (ora a 5,00) e Rafa Benitez (in forza al Newcastle), dato a 7,00. Quanto  alla data, i quotisti danno l'esonero entro l'inizio del 2019 a 2,63,  mentre per l'addio entro la fine della stagione si scende a 2,25.

Mourinho-Pogba, "volano gli stracci": il francese ora sogna il Barcellona

Ci pensa poi Mino Raiola, il super procuratore di Pogba, a gettare benzina sul fuoco delle polemiche. "Alcune persone sentono il bisogno di parlare per la paura di essere dimenticati. Paul Scholes non riconoscerebbe un leader nemmeno se si trovasse davanti a Sir Winston 
Churchill". Mino Raiola risponde così su twitter all'ex bandiera del Manchester United, ora opinionista tv, che ha osato criticare Paul Pogba.

"Allo United manca un leader, pensavamo che Pogba potesse esserlo ma non è così", aveva detto nei giorni scorsi Scholes. Dura la replica di Raiola, agente del centrocampista francese dei Red Devils, che ha rincarato la dose in un secondo tweet. "Paul Scholes dovrebbe diventare direttore sportivo e consigliare a Woodward (il vicepresidente esecutivo dello United, ndr) di vendere Pogba. Sarebbero notti insonni per trovare a Pogba un nuovo club...". Vero, Pogba ha tanto mercato. Ma se ne riparla a gennaio. Fino ad allora, resterà con i Red Devils. E, c'è da scommetterci, vista l'aria che tira all'Old Trafford i tabloid potranno scatenarsi con mesi e mesi di rumors, polemiche, indiscrezioni. Proprio tutto ciò di cui si cibava il "primo Mourinho", quello che trionfava con Porto, Chelsea e Inter compattando il gruppo delle sue squadre. E che ora ha perso il controllo dello spogliatoio e del suo giocatore più forte.

Via alla Premier League 2018-2019: tutti "a caccia" del City di Guardiola

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polveriera United, Mourinho a rischio esonero secondo i bookmaker. E Mino Raiola...

Today è in caricamento