rotate-mobile
#EURO24
Euro 2024
Le outsider

Euro 2024, le tre "piccole" che potrebbero stupire

Ecco chi, in Germania, potrebbe andare oltre le aspettative iniziali concedendosi un po' di gloria

I nomi delle grandi favorite alla vittoria finale, ormai, li sappiamo tutti. A partire con il favore dei pronostici, a parere universale, sono infatti Francia, Inghilterra, Germania e Spagna, avanti, nella griglia di partenza, a Portogallo, Italia, Olanda e Belgio. Ma oltre a queste ci sono anche altre nazionali che, ad Euro 2024, possono recitare un ruolo da protagoniste. Magari non per arrivare fino in fondo al torneo, certo, ma per regalarsi quanto meno qualche bella soddisfazione spingendosi più in là delle attese iniziali. Vediamo, nel dettaglio, tre "piccole" che, a nostro parere, dovranno essere tenute d'occhio.

TABELLONE EURO 2024

Ungheria

Nessuna sconfitta nelle otto partite di qualificazione, con appena sette reti subite. I numeri parlano chiaro: l'Ungheria, malgrado un pedigree non paragonabile a quello delle big del calcio continentale, si presenterà ad Euro 2024 con tutti i crismi necessari per recitare un ruolo che non sia quello di semplice comparsa. I magiari, sotto la guida di Marco Rossi, sono cresciuti esponenzialmente negli ultimi anni, divenendo avversari sempre ostici da affrontare per chiunque. E malgrado la presenza nel girone dei padroni di casa della Germania e di formazioni insidiose quali Svizzera e Scozia, hanno tutte le carte in regola per accedere alla fase ad eliminazione diretta.

Georgia

Sarà la Cenerentola di questi campionati europei, ma la Georgia, alla sua prima partecipazione in assoluto al torneo, non vuole certo rassegnarsi al ruolo di vittima sacrificale. La stella della formazione allenata dal francese Willy Sagnol è il napoletano Khvicha Kvaratskhelia, uno di quei giocatori capaci di cambiare il corso delle partite con una giocata: Portogallo, Turchia e Repubblica Ceca (le tre nazionali che i georgiani affronteranno nella fase a gironi) sono avvisate.

Ucraina

Il pass per Euro 2024 lo ha strappato solamente ai playoff, ma l'Ucraina, già nella fase di qualificazione, è riuscita a far vedere ottime cose, tanto da avere la peggio sulla nostra Italia soltanto in virtù degli scontri diretti. Quella di Rebrov è una squadra solida e dotata di buone individualità: basti ricordare, ad esempio, Zinchenko, Dovbyk, Mudryk, Sudakov e Malinovskyi. Ed il girone non impossibile con Belgio, Slovacchia e Romania potrebbe permettere agli ucraini di spingersi avanti nel torneo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Euro 2024, le tre "piccole" che potrebbero stupire

Today è in caricamento