#EURO24
Euro 2024
Il prossimo avversario

Italia, occhio alla Svizzera: cosa temere degli elvetici

Gli azzurri, che hanno chiuso al secondo posto il girone B, affronteranno gli uomini di Yakin negli ottavi di finale

Con il brivido, ma l'Italia ha staccato il pass per gli ottavi di finale di Euro 2024. Gli azzurri, nel decisivo match di Lipsia contro la Croazia, hanno strappato il pareggio in extremis grazie al gol di Zaccagni, che ha permesso agli azzurri di mantenere il secondo posto nel girone B. Adesso, nel primo turno della fase ad eliminazione diretta, la formazione di Luciano Spalletti dovrà vedersela con la Svizzera, che ha ottenuto la seconda posizione nel girone A alle spalle della Germania.

Il cammino della Svizzera nella fase a gironi

La Svizzera ha iniziato con il piede giusto il campionato europeo, battendo all'esordio per 3-1 l'Ungheria grazie alle reti di Duah, Aebischer ed Embolo. Nella seconda giornata gli elvetici non sono invece andati oltre l'1-1 contro la Scozia, con Shaqiri che ha risposto all'iniziale vantaggio britannico firmato da McTominay. Stesso risultato nell'ultima partita del girone contro la Germania, con gli uomini di Yakin beffati nel recupero dalla rete di Fullkrug dopo essere passati in vantaggio nel corso del primo tempo con Ndoye.

I punti di forza della Svizzera

Quella svizzera, per certi versi, è una formazione che assomiglia un po' a quella italiana: nessuna stella assoluta, ma un collettivo di buon livello dotato di alcune individualità interessanti. Tra i punti di forza della squadra elvetica c'è senza dubbio la linea mediana: il tandem formato da Xhaka e Freuler assicura infatti esperienza, qualità e geometrie dettando con sagacia ritmi e tempi di gioco. Il giocatore del Bayern Leverkusen, in particolare, è il leader indiscusso di questa Svizzera e sembra essere arrivato ad Euro 2024 in ottima condizione fisica. 

Anche in difesa qualità ed esperienza non mancano. A guidare il reparto è Akanji, giocatore che milita da due stagioni nel Manchester City di Pep Guardiola. L'ex Borussia Dortmund è tra i migliori interpreti a livello europeo nel suo ruolo e riesce a guidare alla perfezione i suoi compagni Schar e Rodriguez, abili, quando serve, anche ad accompagnare l'azione offensiva.

Ma dove la Svizzera può fare davvero male è in attacco, dove Yakin può contare su diverse soluzioni. I giocatori più pericolosi, a nostro avviso, sono Embolo e Ndoye: il primo, dopo un grave infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dal terreno di gioco, ha ritrovato la maglia da titolare in occasione contro la Germania e sta mostrando una condizione fisica in costante crescita, il secondo, invece, sta confermando quanto di buono fatto vedere in stagione con la maglia del Bologna. Sia Embolo che Ndoye assicurano al reparto offensivo svizzero velocità e profondità, rendendo gli elvetici particolarmente pericolosi in fase di ripartenza. Ecco perché gli azzurri dovranno essere quindi bravi a non concedere troppo campo agli uomini di Yakin per evitare il rischio di farsi prendere d'infilata.

Tabellone Euro 2024

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia, occhio alla Svizzera: cosa temere degli elvetici
Today è in caricamento