rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
F1

Carlos Sainz è da Ferrari e merita il rinnovo: un super primo anno in rosso

Il pilota spagnolo, pur reduce da un’ottima stagione 2020 in McLaren, si è dovuto guadagnare la completa fiducia della Scuderia. Al termine dell’annata il suo risultato è andato al di là delle aspettative con 4 podi e il quinto posto nel Mondiale piloti

“Sono contento che sia stato Max (Verstappen, ndr) a vincere il campionato. Abbiamo cominciato insieme e il fatto che lui sia arrivato dove è arrivato rappresenta un’ispirazione a cui guardo in vista del futuro“.

In questa dichiarazione di fine anno, rilasciata al termine del Gran Premio d’Abu Dhabi, c’è tutto Carlos Sainz. Il pilota spagnolo della Ferrari, classe 1994, ha chiuso la sua prima stagione a Maranello con 164,5 punti, 5,5 lunghezze di vantaggio sul compagno di squadra Charles Leclerc.

Il talentuoso pilota di Madrid, figlio del due volte vincitore del campionato del mondo rally Carlos Sainz, vuole migliorarsi sempre.

Lo ha fatto costantemente sin dal suo esordio in F1 che avvenne nel 2015 al volante della Toro Rosso, quando il suo compagno di squadra era il predestinato Max Verstappen che nell’indimenticabile folle notte di Abu Dhabi è diventato il primo olandese a conquistare il titolo di campione del mondo.

Proprio solidità e costanza sono due delle parole con cui si possono riassumere il carattere e la carriera di Sainz che è stata in continuo miglioramento. Dopo aver chiuso al 15esimo posto la sua prima stagione in Toro Rosso (18 i punti conquistati), nei due anni successivi con la scuderia faentina ha terminato il campionato in 12esima (46 punti) e in nona posizione (54 punti).

Nella parte conclusiva della stagione 2017, una volta passato in Renault per sostituire Jolyon Palmer, al suo primo Gp va subito a punti. Confermato dal team francese concluderà la stagione 2018 con 53 punti e il decimo posto in classifica, contribuendo alla quarta posizione nel mondiale costruttori.

Nel 2019 va a sostituire in McLaren il connazionale Fernando Alonso, che si era ritirato dalla F1 prima del suo ritorno in questa stagione. L’annata di Sainz è davvero positiva e alla fine chiude sesto nel mondiale piloti con 96 punti, davanti anche a Pierre Gasly e Alexander Albon, piloti della più veloce Red Bull.

Nel 2020 Sainz termina la sua ultima stagione con il team di Woking in sesta posizione, ottenendo 9 punti in più rispetto all’anno precedente in un’annata che ha meno gare visto il calendario ridotto per il Covid-19.

F1, Carlos Sainz: una grande prima annata in Ferrari

Carlos Sainz, però, la fiducia a Maranello se l’è dovuta conquistare giorno dopo giorno e ci è riuscito alla grande. È arrivato alla Ferrari in punta di piedi, mettendo a disposizione le sue conoscenze e dimostrando allo stesso tempo tutta la volontà di imparare.

Così ha conquistato tutti i membri della sua squadra e ha anche legato con il suo compagno di team con cui ha un buon rapporto anche fuori dalla pista.

 La Ferrari, che quest’anno ha investito tutte le risorse per avere una macchina competitiva il prossimo anno, ora può vantare una delle coppie più forti e affiatate dell’intero campionato.

I due, per affinare insieme feeling e strategia, spesso giocano a scacchi. Tra gli hobby preferiti di Sainz ci sono, però, oltre al necessario allenamento in palestra, attività come tennis e surf e ama tantissimo il calcio. Tifosissimo del Real Madrid si diletta anche in partite con gli amici e i colleghi della Ferrari.

Tra i suoi obiettivi c’è quello di migliorare ulteriormente in qualifica, mentre tra le maggiori qualità dimostrate c’è il saper massimizzare le performance in gara.

Quest’anno ha completato tutte le 22 gare in calendario e ha chiuso al quinto posto in classifica generale con 5,5 punti più di Leclerc, ottenendo il suo miglior risultato in F1.

Tra i momenti indimenticabili di questa sua prima stagione in Rosso ci sono i quattro podi ottenuti. Il secondo posto a Monaco, il terzo in Ungheria, il terzo in Russia e il terzo ad Abu Dhabi hanno dato un contributo importantissimo al terzo posto nel Mondiale Costruttori della Ferrari, l'obiettivo che la rossa aveva fissato per quest'anno.

Il prossimo anno sarà in scadenza di contratto e non gli mancheranno le offerte dal resto del paddock. La Ferrari, però, difficilmente si farà soffiare questo pilota che, in questa stagione difficile, al suo esordio, ha dimostrato pienamente di essere da Ferrari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlos Sainz è da Ferrari e merita il rinnovo: un super primo anno in rosso

Today è in caricamento