rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
F1

La Ferrari crede in Mick Schumacher: sarà pilota di riserva nel 2022

Il figlio del sette volte iridato nella prossima stagione continuerà a gareggiare con la Haas ma potrà sostituire uno dei due piloti principali della Rossa se dovessero infortunarsi

Il suo primo anno in F1 si è chiuso in 19esima posizione, senza punti. I freddi numeri, però, mentono di fronte al costante apprendimento che ha portato avanti Mick Schumacher, 22 anni, nel suo anno di esordio nel Circus.

Il figlio del sette volte campione del mondo di F1, che debuttava nel Circus dopo aver vinto il campionato di Formula 2 nel 2020, ha cercato di prendere il meglio da questa prima annata, ottimizzando le prestazioni della cenerentola del gruppo, la Haas. Una vettura poco performante e poco affidabile che Mick ha cercato di sfruttare al meglio.

Mick Schumacher è il campione del mondo F2 2020 

Si è trovato spesso a duellare con l’altro debuttante del Circus, il compagno di team Nikita Mazepin, che ha battuto mostrando una maggiore regolarità.

Dal 2019 Mick Schumacher è ufficialmente nell’orbita della Ferrari facendo parte della Ferrari Driver Academy il programma sportivo della Ferrari, nato nel 2009, che ha come obiettivo quello di preparare i giovani piloti a un approdo in F1 e alla Scuderia.

Mattia Binotto, nella tradizionale conferenza stampa di Natale della Ferrari che quest’anno si è svolta online, ha ribadito: “Non dobbiamo dimenticare che è già un pilota Ferrari: fa parte della nostra Driver academy e, come ripetiamo, questa accademia esiste per identificare i futuri piloti Ferrari. Se ne fai parte e hai successo, avrai sicuramente delle opportunità”.

F1, Binotto: "Mick Schumacher ha fatto bene"

Giudicando la prima stagione in F1 di Schumacher Binotto ha detto: "Ha fatto bene ed è progredito non solo nella consistenza ma anche nella velocità".

Nella prossima stagione Mick Schumacher sarà, come Antonio Giovinazzi, il pilota di riserva della Ferrari. Nel caso uno dei due piloti principali della Rossa dovesse infortunarsi, potrà sostituirlo, dandosi il cambio con Antonio Giovinazzi, per 11 dei 23 Gran Premi inseriti nel calendario della prossima stagione iridata.

Un’annata che sarà importantissima per la Ferrari che dovrà migliorare il terzo posto del campionato costruttori e i cinque podi e le due pole ottenute nel 2021. L’obiettivo a Maranello è quello di tornare a vincere, dimostrando di aver sfruttato al meglio il cambio regolamentare previsto per la prossima stagione.

Formula 1, Mondiale 2022: il calendario con tutte le date dei Gp 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Ferrari crede in Mick Schumacher: sarà pilota di riserva nel 2022

Today è in caricamento