rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

False fidejussioni in Lega Pro, indagato anche Claudio Gentile

Le fidejussioni risultavano apparentemente emesse da Allianz Bank e sarebbero state falsificate

L'ex difensore della Juventus e della Nazionale vincitrice del Mondiale del 1982, ed ex selezionatore dell'under 21, Claudio Gentile, è fra i 21 indagati nell'inchiesta fiorentina sulle false fidejussioni per l'iscrizione dei club alla Lega Pro. In base a quanto si apprende gli investigatori ritengono che Gentile abbia svolto un ruolo di mediatore fra presidenti e banche. Le fidejussioni risultavano apparentemente emesse da Allianz Bank e sarebbero state falsificate.

Sono Como, Chieti, Casale Monferrato, Treviso, Bellaria e Avellino le società di Lega Pro coinvolte nell'inchiesta sulle false fidejussioni presentate alla Lega. I presidenti delle società risultano tutti indagati insieme alle persone accusate di aver svolto la funzione di intermediari nella presentazione delle false polizze fidejussorie. 

Le accuse, contestate a vario titolo, sono di tentata truffa in concorso e simulazione di reato. Gli inquirenti, coordinati dal pm di Firenze Sandro Cutrignelli, stanno eseguendo perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania, Marche, Piemonte, Lombardia e Emilia Romagna. Le indagini, in base a quanto appreso, sono iniziate dopo una denuncia-querela presentata dal legale rappresentante della Lega Pro alla questura a Firenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False fidejussioni in Lega Pro, indagato anche Claudio Gentile

Today è in caricamento