Lunedì, 1 Marzo 2021

Vettel in Aston Martin: "Non penso che potrà lottare per il Mondiale", ma il team è molto ambizioso

Il suo ex boss ai tempi della Toro Rosso non pensa che Seb potrà lottare per conquistare la quinta corona iridata. Ma in Racing Point, la futura Aston Martin, lo aspettano per fare il salto di qualità

Vettel

Anno nuovo, aria nuova e ambizioni ritrovate. Sebastian Vettel, dopo il divorzio dalla Ferrari, si rimetterà in gioco.  Dalla prossima stagione, infattim il pilota tedesco farà parte dell’attuale Racing Point, che assumerà la nuova affascinante e storica denominazione di Aston Martin. Grazie a questo matrimonio Seb spera di dare un nuovo impulso alla sua carriera e sogna di tornare a vincere le gare e di lottare per un altro titolo iridato che andrebbe ad aggiungersi ai quattro già centrati con la Red Bull.

Formula 1, Szafnauer: “Aston Martin vuole essere una squadra vincente, Vettel porterà il team ad un livello superiore”

Sebastian Vettel, che approderà nel nuovo team a 33 anni, è stato ingaggiato dalla Aston Martin dopo un’attenta valutazione. Il team Racing Point, nato dalle ceneri della Force India, aveva trovato in Sergio Perez una garanzia di continuità di risultati e di rendimento in pista.

Otmar Szafnauer, capo del team Racing Point, ha chiarito quanto rispetti 'Checo' e che "non è stata una decisione facile”, ma ha sottolineato quanto il team punti a guadagnare dalla firma di un quattro volte campione del mondo come Vettel.  “L'Aston Martin farà il suo ritorno nelle competizioni sportive - commenta il boss del team Otmar Szafnauer. Proprio per questo penso che quella di aver ingaggiato Seb sia un'ottima decisione. Ha, infatti, quel bagaglio di esperienza che hanno i piloti abituati a guidare le auto vincenti. La Aston Martin vuole essere una squadra vincente, Seb porterà il team ad un livello superiore e ci aiuterà molto quando si tratta di lavorare. Lavorare con un campione del mondo sarà davvero positivo e impareremo molto da lui. Con la sua presenza dovremo alzare tutti il livello e sarà un grande mentore per Lance (Stroll, ndr). Per lui, che è molto giovane e molto veloce, il fatto di avere l'opportunità di imparare da un quattro volte campione del mondo sarà davvero positivo".

Formula 1: Vettel in Aston Martin, Tost: "Non credo che potrà lottare per il Mondiale"

L'ex boss di Sebastian Vettel ai tempi della Toro Rosso, Franz Tost, che lo vide trionfare giovanissimo nel 2008, in un'intervista a AvD Motorsport Magazin dice la sua sul trasferimento all'Aston Martin. “Penso che sia fantastico che Sebastian rimanga in F1 e abbia ancora la passione per continuare a correre. Ha già abbastanza soldi e quattro titoli mondiali, quindi non ha bisogno di farlo se non vuole".

Tost, attuale boss dell’Alpha Tauri, quest’anno a Monza, proprio dove aveva vinto a sorpresa Vettel, ha ottenuto un’altra vittoria indimenticabile con Gasly. L’austriaco è quindi una persona molto qualificata per esprimere il suo giudizio sulle possibili chance del suo ex pupillo nella sua nuova avventura, nella quale Vettel sognerebbe di andare a caccia del quinto titolo.

"Spero e gli auguro di avere successo e che possa riuscire a vincere delle gare, però non credo che potrà davvero competere per il Mondiale con la Aston Martin", ha concluso Tost.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vettel in Aston Martin: "Non penso che potrà lottare per il Mondiale", ma il team è molto ambizioso

Today è in caricamento