Lunedì, 1 Marzo 2021
L'INCONTRO

Formula 1: Dall’incontro con Schumacher ai traguardi con la Ferrari: i sogni in rosso di Carlos Sainz

Il neo-ferrarista, in un’intervista a Racing Activities, rivive uno dei momenti più intensi della sua infanzia, quando incontrò il Kaiser di Kerpen a Barcellona. Il suo sogno è uno solo: diventare campione del mondo con il Cavallino

Ferrari Spa

“Quando avevo 10 anni sono andato a Barcellona e ho incontrato uno dei miei eroi, Michael Schumacher, e ho visitato il box Ferrari. L’atmosfera era speciale, unica. Per me questo è un sogno che si avvera, anche se indossare la tuta rossa e guidare per questa squadra è più di un sogno. Si tratta di un onore e una grande responsabilità”.

Carlos Sainz, il nuovo pilota del Cavallino Rampante, in un’intervista a Racing Activities, l’annuario ufficiale del reparto corse di Maranello, descrive così il suo primo incontro con il suo idolo, Michael Schumacher.

Il Kaiser di Kerpen, vincitore di 7 campionati del mondo, 5 consecutivi con la Ferrari, ancora oggi è uno dei piloti più amati di sempre. Carlos Sainz, che all’epoca aveva soltanto dieci anni, ricorda ancora con emozione quell’incontro, che fu d’ispirazione per seguire i suoi sogni: correre in Formula 1 e vincere il campionato del mondo.

Il sogno di Sainz jr

Il primo obbiettivo è stato raggiunto, mentre per inseguire il secondo ha scelto di sposare la causa di una Ferrari che, come ha recentemente dichiarato anche il presidente John Elkann, deve essere capace di ripartire con umiltà per tornare ad essere vincente in pista.

“Non c’è posto migliore della Ferrari per provarci- dichiara Sainz riferendosi alle sue possibilità di vincere il titolo iridato. Voglio riportare il team in alto e vincere il titolo”.

Il figlio del due volte iridato nel Mondiale rally è convinto che, passo dopo passo, la Rossa tornerà grande: “A tutti i team capita di attraversare delle difficoltà a un certo punto, fa parte della F1. L’importante è recuperare e non è un caso che la Ferrari sia la squadra più vincente: se ce n’è una che può essere nuovamente davanti, è sicuramente questa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formula 1: Dall’incontro con Schumacher ai traguardi con la Ferrari: i sogni in rosso di Carlos Sainz

Today è in caricamento