Sabato, 6 Marzo 2021
L'attesa

Mick Schumacher scalpita per l'esordio in F1: "Sarà speciale, non vedo l'ora"

Il figlio del sette volte iridato, che debutterà al volante della Haas, è pronto a cominciare questa attesissima avventura con determinazione e la giusta ambizione

Mick Schumacher/Twitter

“Se capiteranno un paio di gare folli come l’anno scorso, forse ci sarà anche la possibilità di salire sul podio. Certo, sarebbe un sogno, ma dobbiamo essere in grado di sognare”. Mick Schumacher, in una recente intervista rilasciata a Auto, Motor und Sport concede il giusto spazio ai sogni in vista della sua prima stagione in Formula 1.

Il figlio del sette volte campione del mondo, che debutterà al volante della Haas, si presenta tra i grandi del Mondiale con un cognome pesantissimo e con il titolo di campione del mondo della F2 conquistato lo scorso anno. Negli ultimi test effettuati a Fiorano, durante l’appuntamento organizzato dalla Ferrari Driver Academy, ha avuto come sempre gli occhi di tutti puntati su di lui. Il suo primo osservatore interessato è Mattia Binotto, il team principal del Cavallino che crede fortemente nelle sue potenzialità. Milioni di tifosi in tutto il mondo sognano il riproporsi del binomio Schumacher-Ferrari che ha regalato tante gioie indimenticabili alla Scuderia.

L’esordio

Schumi jr sa che deve fare un passo alla volta. Intanto non vede l’ora di esordire, il prossimo 28 marzo a Sakhir, al volante della Haas per iniziare la stagione 2021 di F1. Sarà la stagione del debutto, quello che ha tanto sognato.

“In una scala da 1 a 10 sono pronto 9 - ha detto a Auto, Motor und Sport -. Abbiamo ancora un paio di settimane nelle quali posso migliorarmi. Sono pronto, non vedo l’ora che si parta”.

Mick è stato apprezzato, sin dalle categorie minori, per le sue capacità analitiche e per la capacità di crescere gradualmente, accumulando esperienza. Proprio per questo sembra voler procedere con lo stesso metodo anche in Formula 1.

“Pur avendo una discreta esperienza nelle altre categorie, nulla è come la Formula 1. Sarà speciale. Tramite Zoom io e il mio team stiamo facendo tante chiamate, in modo che io mi prepari al meglio, ma le gare vanno vissute per essere capite. Si impara solo facendo”.

Mick, in uno dei passaggi più interessanti dell’intervista ha spiegato quali sensazioni prova un pilota e come procede il suo lavoro di adattamento con la macchina: “Ogni singolo chilometro è positivo, anche perché in Formula 1 si può provare così poco. Bisogna saper riconoscere tutti i feedback dall'auto: dov'è il limite? Quanto posso entrare in curva senza sottosterzo o sovrasterzo? Devi avere l'esperienza di andare oltre il limite o di guidare sull'erba, a patto che l'auto rimanga intatta. Allora sai, questo è il limite, non posso superarlo, altrimenti perdo tempo. Questo sarà uno dei punti di inizio anno, soprattutto durante i test drive, dove puoi e devi provare. In posti sicuri, ovviamente. Ma devi sentire la macchina, soprattutto come un principiante che non conosce bene la macchina. Tali aspetti sono in cima alla mia lista”.

Il nuovo regolamento

Il figlio del sette volte iridato dovrà fare i conti con i cambiamenti regolamentari e con le restrizioni imposte dalla pandemia che rendono ancora più ardua la vita di un pilota esordiente: “Mi dispiace che il venerdì avremo a disposizione due ore e non più tre. Abbiamo anche meno giorni di prove. Queste però sono le regole, ci adegueremo. Il mio obiettivo rimane guidare il più possibile e  per fortuna ho la possibilità di guidare al simulatore stando a casa, altrimenti, causa Covid-19, avrei avuto ancora più restrizioni e meno possibilità di allenarmi. Andare in pista è un’altra cosa”.

Schumi jr pensa che la Haas sia un buon ambiente da cui iniziare la sua avventura: “Mi sono sentito subito a casa. A volte ci vuole più tempo. Ad Haas, il momento era arrivato dopo il primo giorno, dopo il primo incontro. Sono felice di essere lì. È una buona situazione per crescere. Ho aspettative su me stesso, voglio vedere una differenza tra l'inizio e la fine dell'anno. Vedere che abbiamo sviluppato, migliorato e lavorato con la squadra nel miglior modo possibile”.

Per vedere il calendario del Mondiale di F1 2021 cliccate qui

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mick Schumacher scalpita per l'esordio in F1: "Sarà speciale, non vedo l'ora"

Today è in caricamento