Lunedì, 17 Maggio 2021

Rabbia Leclerc, la parolaccia via radio (durante il Gp del Belgio) fa il giro del web

Le prestazioni deprimenti della Rossa, durante il Gran Premio del Belgio, hanno fatto sbottare il francese che ha perso ulteriore tempo ai box. Poi le scuse via social

Charles Leclerc

Doveva essere uno sfogo destinato a rimanere all'interno dell'abitacolo, invece è stato diffuso in tutto il mondo, diventando il simbolo della frustrazione della Ferrari in questo difficilissimo avvio di stagione.

Charles Leclerc, dopo qualifiche travagliate, stava provando a costruire una rimonta, grazie ad una bella partenza. Il suo impegno, però, era stato subito reso vano da un eccessivo consumo d'aria da parte del sistema di gestione delle valvole del motore della sua SF1000.

Proprio per questo, la seconda sosta ai box è stata lunghissima.  Un meccanico, per provare a risolvere il problema, ha collegato alla vettura una sorta di jack alimentato da una bottiglia ad aria compressa per inserire dell'aria nel motore.

Della necessità di questa operazione, che sul momento è costata un sacco di secondi, Leclerc è stato informato soltanto al termine del Gp.

Così, in quel momento, il monegasco ha perso momentaneamente il suo aplomb, ed è sbottando dicendo: “Putain de ça race”, l'equivalente del nostro "Porca p..", accompagnato da un invito a fare più presto possibile “andiamo”.

In quel momento la radio era accesa. L'ingegnere di macchina l'ha invitato ad interrompere le comunicazioni, almeno quelle pubbliche.

A gara finita, il giovane pilota, via social, si è scusato dell'accaduto con grande spontaneità. Una faccina che sorride, un'altra che invia baci ed un'ammissione fatta con altrettanta naturalezza: "Non l'ho fatto apposta".

Ferrari, Gp Belgio: l’analisi delle strategie, la Rossa cerca il sostegno del proprio pubblico prima di Monza

Analizzando la prestazione di Leclerc in Belgio, il capo delle strategie in pista del Cavallino, Inaki Rueda, commenta: "Vista l'esclusione dalla Q3 era partito con le soft per essere nella condizione migliore per sfruttare eventualmente una neutralizzazione della corsa nella parte iniziale o in quella finale. Era risalito dall'ottavo posto dopo un solo giro e quasi sembrava poter insidiare Lance Stroll per la settima piazza. Poi però le carenze velocistiche della vettura lo hanno progressivamente fatto scivolare indietro. Inoltre, abbiamo dovuto tenere conto di una variabile imprevista, vale a dire un eccessivo consumo d'aria da parte del sistema di gestione delle valvole del motore di Charles. In definitiva, per questo rifornimento Charles ha perso la posizione rispetto a Kimi Räikkönen e Seb (Sebastian Vettel, ndr) si è ritrovato davanti al suo compagno di squadra."

Intanto, sempre sui social, la Ferrari chiama a raccolta i propri tifosi invitandoli a farsi forza l'un altro per superare questo momento difficile. "Non è la prima volta che affrontiamo delle difficoltà, ma ne siamo sempre usciti".

Il calendario 2020 del Mondiale di Formula 1: tutti gli appuntamenti da non perdere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rabbia Leclerc, la parolaccia via radio (durante il Gp del Belgio) fa il giro del web

Today è in caricamento