Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Brutto incidente per Valentino Rossi: operato, 40 giorni di convalescenza

Sfuma la rincorsa al Mondiale della MotoGp: l'assenza sarebbe di almeno 40 giorni e lo costringerebbe a saltare almeno due gare, Misano (10 settembre) e Aragon (24 settembre)

Frattura della tibia e del perone della gamba destra: a confermare i timori di Valentino Rossi per l’incidente di ieri pomeriggio mentre si allenava su una moto enduro è stata la stessa Yamaha, in un comunicato. Il campione di Tavullia è stato operato nella notte. Per il "Dottore" si tratta dello stesso infortunio del 2010 alla curva Biondetti, alla vigilia del Mugello: allora tornò dopo quaranta giorni ma disse addio a quel decimo titolo mondiale.

"L’ho sentito, la gamba gli fa molto male e Valentino non è ottimista… è un casino". Queste le parole di Graziano Rossi, ieri sera al telefono con l’Ansa, dopo l’incidente in allenamento subito dal figlio Valentino. "Vi dovrebbe arrivare un comunicato della Yamaha – spiega Graziano -. So che gli devono ancora fare una lastra e temono che ci sia una frattura. Per fare la radiografia dovranno tagliare lo stivale, e Valentino mi ha detto che sente molto male". Poi, nella notte, la brutta conferma della doppia frattura.

"Dopo un infortunio subito in allenamento, con una moto enduro, al pilota di punta del team Movistar Yamaha MotoGp, Valentino Rossi, è stata diagnosticata la frattura della tibia e del perone della gamba destra. Il pilota italiano, di 38 anni, sarà sottoposto al più presto a un intervento chirurgico. Un ulteriore bollettino medico sarà rilasciato in mattinata", si legge nel comunicato Yamaha.

"L'intervento è andato bene. Questa mattina, quando mi sono svegliato, già mi sentivo bene. Ringrazio tutto lo staff dell'Ospedale Riuniti di Ancona, in particolar modo il dottor Pascarella che mi ha operato. Mi spiace per la caduta. Ora voglio tornare in moto il prima possibile. Ce la metterò tutta!", sono state le parole rilasciate da Valentino Rossi questa mattina.

"Voglio tornare a correre prima possibile"

Un brutto colpo per il pilota Yamaha, quarto in classifica MotoGP a 26 punti dal leader Andrea Dovizioso: addio al Mondiale. L'assenza infatti lo costringerebbe a saltare almeno due gare, Misano (10 settembre) e Aragon (24 settembre). Già il 25 maggio scorso Rossi era incorso in un incidente durante un allenamento, infortunandosi al torace facendo motocross a Cavallara, vicino a Tavullia. L’infortunio di ieri è molto simile a quello del 2010 quando cadde nelle libere al Mugello procurandosi la rottura scomposta ed esposta di tibia e perone della gamba destra. Ritornò alle gare in luglio in Germania dopo soli quaranta giorni.

I tempi di recupero

Si preannuncia un lungo stop per Valentino Rossi. Lo ha fatto intendere il dottor Raffaele Pascarella, direttore dell’Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale di Torrette (Ancona) che ha eseguito l’intervento. “Valentino sta bene e questa credo che sia la cosa più importante per noi e i tifosi – ha detto –. Si è procurato una frattura della gamba scomposta. Le fratture sono tutte traumi importanti e questo è un trauma importante. L’intervento è durato un’ora ed è stato eseguito alle 2 di questa notte, è durato un’ora ed è perfettamente riuscito. I tempi per la ripresa? Rossi resta in ospedale qualche giorno, poi ce ne vorranno 30-40 di convalescenza, e dovrà fare fisioterapia in un centro di riabilitazione. Lui vuole tornare il prima possibile a correre. Mi ha colpito la sua tranquillità. La gamba è gonfia, ma è normale, in due-tre giorni penso che lo dimetteremo. L’entità della frattura? Quella alla tibia era molto vicina alla frattura del 2010, il perone vicino al ginocchio. Per fortuna non era esposta come fu quella del Mugello. Grave il fatto che sia avvenuta sulla stessa gamba? No, sono storie cliniche differenti”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutto incidente per Valentino Rossi: operato, 40 giorni di convalescenza

Today è in caricamento