Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

In Inghilterra esplode il ‘caso rigori’: ecco chi doveva tirarli per l’ex giocatore

Il ct Southgate si è assunto la responsabilità delle sue decisioni. C’è chi, però, non si spiega la scelta di non far tirare i penalty a giocatori esperti come Grealish e Sterling

La Nazionale inglese/ANSA-EPA

La delusione per la sconfitta di ieri sera in casa inglese è enorme. I Tre leoni erano sicuri che sarebbe stata una serata di festa, una indimenticabile notte di ricordare. Il vantaggio di Luke Shaw, al secondo minuto di gioco, si è invece rivelato illusorio. Gli azzurri, una volta assorbito il colpo del goal preso a freddo, hanno cominciato a lottare, riprendendo campo e coraggio. Il pareggio di Bonucci, al 67’esimo, ha riaperto completamente la finale di Wembley. Per riuscire a vincere, però, la nostra Nazionale  ancora una volta ha avuto bisogno dei calci di rigore, che in questa edizione di Euro 2020, si sono rivelati preziosi alleati.

Come contro la Spagna, l’altalena di emozioni dagli 11 metri ha sorriso ai nostri colori. L'Italia ha battuto l'Inghilterra ai calci di rigore (qui potete rivedere gli highlights). La critica inglese ha immediatamente contestato gli uomini scelti dal ct  Southgate per l’arduo compito di tirare gli importantissimi calci di rigore. In particolare si è discusso di come questa responsabilità  sia caduta sulle spalle di giocatori molto giovani, mentre non sia toccata ad alcuni dei giocatori più rappresentativi.

Roy Keane, ex giocatore del Manchester United, alla trasmissione televisiva ITV ha detto:  “Se sei Grealish o Sterling, non puoi avere un ragazzino (Saka, ndr) che ti passa avanti". Jack Grealish, il fantasista dell'Aston Villa, si è difeso così su Twitter: “Io lo volevo tirare - ha spiegato su Twitter il capitano dell'Aston Villa -. Il c.t. ha preso buone decisioni durante gli Europei e così ha fatto anche contro l'Italia. Non dite però che io non ho voluto tirarlo".

Per il ct della Nazionale inglese quella che doveva essere una notte di festa si è trasformata in un incubo. Ma Gareth Southgate non si arrende e guarda avanti: "Dobbiamo qualificarci per i Mondiali in Qatar".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Inghilterra esplode il ‘caso rigori’: ecco chi doveva tirarli per l’ex giocatore

Today è in caricamento