rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Mondiali di calcio

Mondiali 2014, torna l'Iran dopo 8 anni: fra calcio e dialogo

Dall'aprile 2011 è CT dell'Iran. Queiroz è al secondo Mondiale da allenatore in prima dopo quello con il Portogallo

La Federazione iraniana di calcio è stata fondata nel 1920, mentre nel 1945 è avvenuta l'affiliazione alla Fifa, nel 1958 quella alla Confederazione Asiatica. Nel corso della sua storia la selezione maggiore iraniana ha vinto 3 Coppe d'Asia, 4 Giochi Asiatici, 4 campionati dell'Asia Occidentale, 1 edizione dei Giochi dell'Asia Occidentale ed 1 coppa Asia-Oceania. Quarto Mondiale nella storia dell'Iran, che era assente da 8 anni. Finora gli asiatici sono sempre usciti di scena dopo la fase a gironi, nelle edizioni 1978, 1998 e 2006. 

Nove le gare disputate, con bilancio di 1 vittoria, 2 pareggi e 6 sconfitte, 6 reti realizzate e 18 subite. Carlos Queiroz, nato il 1 marzo 1953 a Nampula (Mozambico), ha intrapreso la carriera tecnica, pur non essendo stato calciatore professionista. L'inizio è nel 1983/84 all'Estoril come assistente, poi è assistente della nazionale juniores portoghese dal 1984 al 1987, prima di assumerne le redini come C.T. in prima dal 1987 al 1991 - trionfando al Mondiale di categoria del 1989 e del 1991 -.

Dal 1991 al 1993 guida la selezione maggiore lusitana per un primo ciclo, poi è allo Sporting Lisbona, al New York ed al Nagoya, è consulente della federazione statunitense, guida la nazionale maggiore degli Emirati Arabi Uniti, l'Arabia Saudita, la Repubblica Sudafricana, è assistente di Ferguson al Manchester Utd, guida il Real Madrid, prima di tornare a guidare la nazionale maggiore portoghese dal 2008 al 2010. 

Dall'aprile 2011 è CT dell'Iran. Queiroz è al secondo Mondiale da allenatore in prima dopo quello con il Portogallo di quattro anni fa, con i lusitani che finirono la propria corsa agli ottavi di finale. Assai lungo e complesso il percorso dell'Iran per approdare a Brasile 2014: gli iraniani hanno iniziato il loro percorso nel 2 turno eliminatorio, estromettendo le Maldive con un 4-0 casalingo all'andata ed un 1-0 esterno al ritorno.

Nel girone di accesso ai gironi finali, la nazionale iraniana ha vinto il gruppo 5, con 3 vittorie ed altrettanti pareggi, senza sconfitte, 12 punti, 17 gol segnati e 5 subiti, precedendo Qatar (10, pure qualificato) e le eliminate Bahrein (9) e Indonesia (0). Nel girone finale 1 l'Iran è finito ancora primo, con 16 punti, 5 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte, 8 reti segnate e 2 subite, precedendo Corea del Sud (14, promossa), Uzbekistan (14, al barrage con la Giordania), Qatar 7 e Libano 5 (eliminate).  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiali 2014, torna l'Iran dopo 8 anni: fra calcio e dialogo

Today è in caricamento