Sabato, 27 Febbraio 2021

Chi è Piatek, il nuovo "bomber a sorpresa" della Serie A che segna come Shevchenko

Così forte non se lo aspettava nessuno, nemmeno a Genova. Sei gol nelle prime cinque partite di campionato. Qualcuno sorrideva sarcastico quando in estate presentandosi alla stampa Piatek raccontava: "Amo Lewandowski, ma sono più simile a Harry Kane"

Un talento tutto da scoprire fino a un mese fa, la rivelazione della Serie A oggi. Krzysztof Piatek (si pronuncia "Piotek"), detto "il pistolero", è il nuovo bomber del Genoa e sta stupendo tutti, persino se stesso. Sei gol nelle prime cinque partite di campionato, una media da... Shevchenko, nel 1999. I segnali, a dirla tutta, c'erano già dai primi giorni di ritiro estivo: 12 gol segnati in sei amichevoli, e il posto di centravanti guadagnato a suon di reti e prestazioni convincenti.

Piatek, classe 1995, è il primo giocatore nella storia del Genoa ad aver sempre segnato nelle prime cinque partite di un campionato di A. Enrico Preziosi ha fatto un grande colpo, cinque milioni il costo dell’operazione per strapparlo non senza difficoltà al Cracovia. Tra le mani adesso si ritrova un gioiello che sul proscenio del calciomercato vale già almeno quattro volte tanto.

Qualcuno sorrideva sarcastico quando, presentandosi alla stampa, Piatek raccontava: "Amo Lewandowski, ma sono più simile a Harry Kane". La forza fisica, la capacità di dialogare con i compagni, l'istinto del gol sono quelli del grande attaccante. Fisico massiccio (183 centimetri di altezza), ha una tecnica più che buona. E ha la qualità che non s'insegna e non s'impara: vede la porta, e in area sbaglia pochissimo. Inter, Juventus e Barcellona lo seguono con attenzione. 

Nell'ultima stagione a Cracovia ha segnato 21 reti in 36 presenze in campionato. Una cosa è sicura: non sarà semplice mantenere certi standard e certe medie realizzative fino a maggio-giugno, ma Piatek non ha intenzione di fermarsi. Curiosità: nato a Dzier?oniów, in Bassa Slesia, nella sua piccola cittadina gli sport che andavano per la maggiore erano e sono tutt'oggi il nuoto e le bocce. Ma Piatek aveva già deciso di diventare un calciatore, e non ha più cambiato idea. Buon per lui, e per il Genoa, che sogna una stagione, finalmente, nella prima metà della classifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Piatek, il nuovo "bomber a sorpresa" della Serie A che segna come Shevchenko

Today è in caricamento