Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport Israele

Lotito e ultras Lazio, lo scandalo "Anna Frank" diventa un caso internazionale

Il ministro dello sport di Israele Miri Regev ha chiesto al suo omologo italiano Luca Lotti di contrastare il razzismo nel calcio condannando "gli spregevoli" insulti antisemiti. E le parole del presidente della Lazio diventano un caso

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, lascia la Sinagoga di Roma dopo aver deposto una corona di fiori a seguito della vicenda delle foto di Anna Frank in Curva Sud, 24 ottobre 2017. ANSA/CLAUDIO PERI

Sconcerto, condanna e impegno perchè "nessun rigurgito antisemita macchi ancora lo sport italiano" sono stati espressi dal ministro per lo Sport Luca Lotti in un messaggio alla sua omologa israeliana Miri Regev, a seguito dei fatti che si sono verificati allo stadio Olimpico. 

Miri Regev aveva chiesto al suo omologo italiano di contrastare il razzismo nel calcio italiano dopo che gli ultras della Lazio hanno distribuito le immagini di Anne Frank che indossava una maglia dei rivali romanisti.

"Egregia Ministra - scrive il ministro Lotti -  desidero ribadire con fermezza il mio profondo sconcerto per l'episodio increscioso che ha visto protagonisti alcuni tifosi di calcio. Da parte nostra c'è stato e ci sarà sempre tutto l'impegno possibile affinchè nessun rigurgito antisemita macchi ancora lo sport italiano, e sono convinto che proprio attraverso lo sport, con i suoi valori di inclusione e socialità, si possa combattere ogni forma di intolleranza".

Nel frattempo fanno discutere le parole del presidente della Lazio Claudio Lotito che in un audio pubblicato dal quotidiano Il Messaggero parla della cerimonia della deposizione della corona di fiori in Sinagoga apostrofandola come "una sceneggiata". L'omaggio floreale è stata gettato nel Tevere. Un gesto che fonti vicine alla comunità ebraica di Roma qualificano come "di reazione alle parole indegne, una doverosa pulizia". 

fiori lotito

Sono stati ritrovati nel Tevere i fiori lasciati ieri della Lazio alla Sinagoga durante la visita del presidente Claudio Lotito come segno di scuse per gli adesivi antisemiti affissi all'Olimpico in cui compariva Anna Frank vestita con la maglia della Roma, 25 ottobre 2017. ANSA/STRINGER

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotito e ultras Lazio, lo scandalo "Anna Frank" diventa un caso internazionale

Today è in caricamento