Martedì, 15 Giugno 2021
Nella storia dell'atletica / Savona

L'incredibile record di Jacobs, l'italiano più veloce di sempre

Il campione europeo indoor dei 60 è il secondo azzurro sotto la barriera dei 10 secondi dopo il 9.99 di Filippo Tortu nel 2018.

L'atleta delle Fiamme Oro Marcell Jacobs entra nella leggenda dell'atletica italiana. L'azzurro abbatte il record italiano dei 100 metri firmando il tempo di 9.95 a Savona, a Savona, nelle batterie del Memorial Ottalia, con +1.5 di vento a favore. 

Il campione europeo indoor dei 60 è il secondo azzurro sotto la barriera dei 10 secondi dopo il 9.99 di Filippo Tortu nel 2018. Il 9"95 di Marcell vale la miglior prestazione europea dell'anno e la quinta della graduatoria mondiale 2021.

"Dopo le indoor e la frazione corsa ai Mondiali di staffette, sapevo di essere in forma. Dovevo solo stare attento a non sbagliare in partenza, ma ci ho lavorato tanto". Queste le prime parole di Marcell Jacobs dopo aver battuto il record italiano dei 100. "Ero un po' teso ai blocchi, perché ero il primo ad avere grandi aspettative - ha detto ai microfoni della Rai -. In finale sono sicuro che potrò correre in modo più sciolto, e con lo stimolo di un avversario a fianco credo di poter ripetermi o migliorare ancora. Soprattutto nella prima parte di gara, se ho qualcuno accanto, riesco a incrementare la velocità". 

Chi è Macerl Jacobs

Marcell Jacobs, 26 anni, nativo di El Paso in Texas, oggi è entrato nella leggenda dell'atletica leggera italiana, nella storia dello sport azzurro migliorando di quattro centesimi il precedente limite, quello che aveva stabilito a furor di popolo Filippo Tortu nel giugno del 2018.

Sul rettilineo del campo sportivo della 'Fontanassa' a Savona Tortu non c'era: ha preferito rinunciare alla sfida contro Marcell a seguito di un leggero risentimento muscolare dopo il Mondiale di staffette di due settimane fa. Il tempo di Jacobs, velocista delle Fiamme Oro ed allenato dall'ex triplista azzurro Paolo Camossi, è di sei centesimi inferiore rispetto ad un altro leggendario crono, quel 10"01, corso nel settembre del 1979 a Pietro Mennea a Città del Messico.

Jacobs nato texano è italiano a tutti gli effetti. Il padre era un militare statunientese che prestava pservizio alla caserma 'Ederle' di Vicenza con i marines, la mamma di Desenzano del Garda ha riportato in Italia Jacobs ancora bambino. Oggi il bambino è cresciuto sostituendo la mancanza del padre con lo sport.

Oggi padre di tre figli, Anthony e Megan avuti dall'attuale compagna Nicole, e Jeremy da una relazione precedente, Marcell è portacolori delle Fiamme Oro. "Con lo stimolo di un avversario a fianco credo di potermi ripetere o migliorare ancora. Nella prima parte di gara, se ho qualcuno accanto, riesco a incrementare la velocità". 

La road map verso Tokyo del nuovo uomo più veloce d'Italia passerà da una gara a Rieti il 22 maggio e dal 'Golden Gala Pietro Mennea' del 10 giugno a Firenze dove è atteso anche Tortu. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incredibile record di Jacobs, l'italiano più veloce di sempre

Today è in caricamento