rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Moto GP

Moto Gp: Lorenzo, Pedrosa e Rossi a Sepang: si corre con 'Sic' nel cuore

Valentino Rossi, si appresta ad affrontare la trasferta di Sepang con un mix di sentimenti contrastanti nella seconda delle tre gare oltreoceano in tre settimane

Seconda tappa extraeuropea consecutiva del Motomondiale, il Gp della Malaysia di domenica prossima si presenta come gara-chiave per i contendenti al titolo, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Valentino Rossi, alle prese con una Ducati sempre poco competitiva, dovrà anche fare i conti con il ricordo della tragedia di Marco Simoncelli, morto un anno fa proprio sul circuito malese, e avverte "sarà dura".

La situazione per la corsa al Mondiale, nonostante i 28 punti di vantaggio a favore del portacolori della Yamaha, rimane del tutto aperta. Lorenzo comincia a far trasparire la sua preoccupazione e già dopo la gara di domenica scorsa a Motegi aveva sottolineato come la Honda fosse più competitiva della sua Yamaha. Inoltre, al pilota di Maiorca è rimasto un solo motore fino alla fine della stagione, mentre Pedrosa ne ha a disposizione due. Il pilota Yamaha, dunque, non deve sbagliare nulla, centellinando le uscite nelle libere e nei turni di qualifica mentre per il collega della Honda c'è un margine di movimento in più. La gara della Malaysia, però, sarà anche carica di emozione per tutto il paddock del mondiale. Il 23 ottobre scorso Marco Simoncelli perse la vita alla curva 11 del circuito malese.

La scivolata fatale del giovane pilota di Coriano coinvolse Colin Edwards e Valentino Rossi, grande amico di Simoncelli, che lo investirono. La gara della MotoGP, dopo la notizia del decesso del pilota italiano fu annullata. In Malaysia, dunque, si respirerà il ricordo di quella gara, cosa che i piloti della classe regina hanno già affrontato per aver disputato a febbraio due test ufficiali a Sepang. Sabato verrà scoperta una targa commemorativa, proprio alla curva 11, per ricordare la morte di Simoncelli, in una cerimonia che coinvolgerà tutto il paddock. Per Rossi non sarà facile affrontare la tappa malese.

Oltre al ricordo del tragico incidente dello scorso anno, continua a lottare con la scarsa competitività della sua Desmosedici. "Vedremo cosa ci riserverà Sepang - ha detto Valentino Rossi - perchè nei test invernali non siamo andati molto bene. Però sono passati tanti mesi da allora e adesso, con il nuovo telaio e il nuovo forcellone, la situazione è un pò migliorata. Sicuramente il fine settimana, e la gara, saranno molto duri anche perchè farà un caldo terribile che rende tutto più difficile non solo per noi piloti ma anche per le moto. Però non è certo la prima volta, lo sappiamo, e cercheremo di fare il massimo sotto ogni punto di vista perchè ci vogliamo provare fino alla fine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moto Gp: Lorenzo, Pedrosa e Rossi a Sepang: si corre con 'Sic' nel cuore

Today è in caricamento