rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
CRONACA

Is Arenas, concessi i domiciliari a Massimo Cellino

Secondo l'accusa sarebbero stati usai fondi del Pia "Molntargius-Serpeddi" per costruire lo stadio

Il Tribunale dei riesame ha concesso gli arresti domiciliari al presidente del Cagliari, Massimo Cellino, in carcere nell'ambito dell'inchiesta per lo stadio Is Arenas. Ai domiciliari anche il sindaco e l'assessore ai Lavori pubblici di Quartu, Mauro Contini e Stefano Lilliu.

I 'protagonisti' della vicenda stamani il carcere cagliaritano di Buoncammino, dove erano finiti il 14 febbraio scorso nell'ambito dell'inchiesta della procura di Cagliari per la costruzione dello stadio di Is Arenas, a Quartu.

La decisione è del tribunale del riesame, che un pò sorprende, visto che ieri nel corso dell'udienza sulla richiesta di scarcerazione sembrava si fosse aggravata la posizione dei tre, perchè l'accusa aveva formulato l'ipotesi di peculato consumato, non più quindi quella iniziale di tentato peculato.

Cellino, Contini e Lulliu, sono al centro dell'inchiesta che ha coinvolto anche i dirigenti del comune di Quartu, Andrea Masala e Pierpaolo Gessa e del costruttore Antonio Grussu. Secondo l'accusa sarebbero stati usai fondi del Pia "Molntargius-Serpeddi" per costruire alcune parti dello stadio del Cagliari.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Is Arenas, concessi i domiciliari a Massimo Cellino

Today è in caricamento