Giovedì, 26 Novembre 2020
Mondiali di calcio

Scaramanzie, riti e pronostici: il Mondiale dell'Italia pallonara

Un appuntamento irrinunciabile per gli italiani, che si ritroveranno in compagnia di amici e parenti davanti alla tv con lo sguardo fisso sulle prodezze di Buffon e compagni

Con i 23 convocati di Cesare Prandelli è iniziato ufficialmente il Mondiale 2014 dell'Italia. Gli Azzurri, tra speranze e certezze, si stanno preparano per l'esordio contro l'Inghilterra di Steven Gerrard. Nel Gruppo D sono presenti anche il Costa Rica, cenerentola del girone, e l'Uruguay di Luis Suarez e Edinson Cavani. Proprio contro i Tre Leoni inizieranno i riti scaramantici del popolo italico: birra ghiacciata, frittatone di cipolle e....

ITALIANI TIFOSI - Saranno oltre 36 milioni davanti alla tv a tifare Italia trattenendo il fiato e sfidando gli orari, ben oltre la seconda serata che quest'anno ci toccheranno in sorte. È la casa il luogo preferito per assistere alle partite di Brasile 2014, con gli amici (50%) o in famiglia (34%). Solo il 7% degli italiani seguirà la Nazionale in piazza, davanti al maxischermo, mentre una percentuale analoga (8%) preferisce godersi la partita in solitudine. Sono i principali dati emersi dall'indagine realizzata da Doxa per Unaitalia - l'Associazione che rappresenta la quasi totalità delle aziende del comparto avicolo nazionale - su un campione rappresentativo della popolazione adulta (+15 anni), presentata oggi a Roma. 

I RITI SPECIALI - Dall'indagine emerge il profilo di un tifoso poco scaramantico: solo 1 italiano su 10 (3 su 10 tra gli under 24) ha i suoi riti propiziatori pre partita, come indossare sempre lo stesso capo di abbigliamento porta fortuna (4%), sedersi sempre nello stesso posto (3%), portare con sé un oggetto porta fortuna (2%). Mentre il 2% cerca di evitare il conoscente o parente che ha fama di 'iettatore' nel giorno della partita. 

VINCIAMO NOI? FORSE - E, a proposito di scaramanzia, per 4 italiani su 10 sarà proprio l'Italia a vincere, al secondo posto i padroni di casa (30%) e al terzo la detentrice del titolo, la Spagna (10%). Sono le donne le più fiduciose negli azzurri: per il 52% alzeremo di nuovo la coppa. Più pessimisti gli uomini: per il 30% l'Italia non supererà i quarti di finale (dove ad attenderci sarebbe l'incrocio con il favoritissimo Brasile). Tutti concordi invece su quale sarà la squadra rivelazione: sarà l'Uruguay (22%), seguito dal Giappone (11%), Colombia e Costa D'Avorio (10%), Belgio (9%).

QUANDO SI MANGIA - Le notti mondiali fanno rima con serate in compagnia. Il momento migliore per il cibo? Indubbiamente prima della partita: oltre la metà dei tifosi (52%) cenerà prima del fischio di inizio, separando quindi il momento delle chiacchiere e della convivialità da quello della visione 'concentrata e attenta'. Il 20% invece sgranocchierà qualcosa durante la partita. Solo l'1% dichiara che digiunerà per la tensione. Anche il giorno della partita non si rinuncia a stare ai fornelli.

Il 50% si occuperà personalmente di preparare la cena. Il tempo a disposizione? Variabile. 1 italiano su 3 impiegherà anche più di 2 ore nella preparazione del menù, preparando tutto in anticipo. C'è poi chi predilige la rapidità: 4 su 10 cucineranno qualcosa di veloce (massimo 15 minuti) e solo il 16% ordinerà piatti da asporto. Tra i piatti a base di pollo, i preferiti sono il pollo al forno con patate (30%), seguito da cotoletta di pollo con patate fritte (14%) e insalata di pollo (12%), mentre tra le bevande, dopo l'acqua (50%) c'è la birra (37%) seguita da bibite analcoliche (24%) e vino (19%). 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaramanzie, riti e pronostici: il Mondiale dell'Italia pallonara

Today è in caricamento