rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Morte Bovolenta / Forlì-Cesena

Medici sotto accusa per la morte in campo del campione di volley

Due dottori sono indagati per la morte di Vigor Bovolenta, ex nazionale di pallavolo: diedero l'ok all'attività agonistica nonostante una grave cardiopatia

4 marzo 2012. Durante una partita contro la Lube Macerata il pallavolista della squadra di Forlì, Vigor Bovolenta, si accasciò al suolo. Morì in ospedale.

Ora, 9 mesi dopo, ci sono i primi due indagati per la morte dell'ex nazionale: sono due medici sportivi, uno di Forlì e l'altro di Meldola. A dare la notizia è il Resto del Carlino.

I due medici sono indagati per aver rilasciato a Bovolenta, nel 2011, i certificati di idoneità all'attività sportiva agonistica nonostante l'atleta soffrisse di una cardiopatia, per la precisione una coronaropatia aterosclerotica, che non gli poteva permettere di giocare.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici sotto accusa per la morte in campo del campione di volley

Today è in caricamento