Venerdì, 14 Maggio 2021
Motogp/la presentazione

MotoGp 2021 inizia il Mondiale 2021: i favoriti e le sorprese di una stagione tutta da seguire

Domenica, 28 marzo, i piloti scendono in pista per il primo appuntamento iridato: il Gran Premio del Qatar. 19 gare, fino al 14 novembre, per un’annata tutta da seguire

Jack Miller/ Ducati Corse

22 piloti in griglia, 6 case motociclistiche, 19 appuntamenti iridati.  Ducati, Ktm, Yamaha, Honda, Aprilia, Suzuki. Musica per gli appassionati che tornano a sentire il suono dei motori. Moto3, moto2, MotoGp, team ufficiali e squadre satelliti, pronte a farci vivere un'altra annata esaltante.

 Il 2020 è stato pieno di battaglie e di incertezza. Il Motomondiale è riuscito a convivere con la pandemia arrivando a Valencia, lo scorso novembre, dopo un campionato eurocentrico messo in piedi a luglio. Doppie gare consecutive, un protocollo rigidissimo per garantire la bolla tra mascherine e distanziamento, vittime illustri come Valentino Rossi costrette a saltare le gare per il Covid. Quest’anno, nei test pre-stagionali il governo del Qatar ha offerto alla Dorna il vaccino Pfizer. Si vede la luce intorno al tunnel, finalmente si torna in pista dopo un inverno troppo lungo e buio.

MotoGp 2021: il calendario di tutti i Gp (orari Sky e Tv8)

  • Gran Premio del Qatar (Losail) 28 marzo ore 19:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio di Doha (Losail) 4 aprile ore 19:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8
  • Gran Premio del Portogallo (Portimao) 18 aprile ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio di Spagna (Jerez) 2 maggio ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8
  • Gran Premio di Francia (Le Mans) 16 maggio ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio d'Italia (Mugello) 30 maggio ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8
  • Gran Premio di Catalogna (Barcellona) 6 giugno ore 15:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio di Germania (Sachsenring) 20 giugno ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8
  • Gran Premio d'Olanda (Assen) 27 giugno ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio di Finlandia (Kymiring) 11 luglio ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio d'Austria (Spielberg) 15 agosto ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio della Gran Bretagna (Silverstone) 29 agosto ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio d'Aragona (Aragon) 12 settembre ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini (Misano) 19 settembre ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8
  • Gran Premio del Giappone (Motegi) 3 ottobre ore 08:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio della Thailandia (Buriram) 10 ottobre ore 10:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio d'Australia (Phillip Island) 24 ottobre ore 06:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio della Malesia (Sepang) 31 ottobre ore 08:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN
  • Gran Premio della Comunità Valenciana (Valencia) 14 novembre ore 14:00 | Diretta Sky Sport MotoGP HD e DAZN e in chiaro su TV8

Motogp 2021: i favoriti, le sorprese e i pronostici di una lunga stagione

L’ultimo titolo della MotoGp se l’è conquistato Joan Mir. Il giovane spagnolo, classe 1997, in sella alla Suzuki che era capitanata da Davide Brivio, si è laureato campione del mondo con un solo successo, nel Gran Premio d’Europa a Valencia. La sua grande regolarità a podio e a punti gli ha permesso di brillare e conquistare l’iride, avendo la meglio su Franco Morbidelli (Yamaha Petronas) e sul suo compagno di team Alex Rins (Suzuki). Entrambi vanno tenuti d’occhio quest’anno: sono i primi ad ambire al titolo di campione del mondo della MotoGp 2021.

Honda: il ritorno di Marquez, il momento di Pol Espargarò

Il 2020 è stato un anno caratterizzato dal grande equilibrio soprattutto per l’assenza del dominatore delle ultime stagioni. Marc Marquez, infatti, a causa della caduta nel Gran Premio di Spagna di Jerez e dell’affrettato tentativo di rientro, ha rimediato una brutta frattura all’omero che l’ha costretto a ben tre operazioni. Ha scelto di saltare i primi due appuntamenti stagionali in Qatar.

Molto probabilmente l’otto volte iridato, che ha appena ricevuto l’ok dei medici per tornare a forzare con gli allenamenti, punta a rientrare per la terza gara in programma a Portimao, a inizio aprile. La Honda ritroverà il suo alfiere e gli appassionati rivedranno in azione il campione spagnolo. A quel punto si avrà anche la risposta a una delle domande che tutti si sono posti con maggiore insistenza: quello dopo l’infortunio tornerà a essere il vero Marquez?

Proprio la Honda, la casa dell’Ala d’Oro, la più decorata del Mondiale ha assoluto bisogno di risultati dopo un 2020 a dir poco disastroso. Per questo è stato ingaggiato Pol Espargarò, nuovo pilota del team ufficiale Repsol, che dopo l’esperienza in KTM ha davanti a sé una grandissima opportunità per dimostrare il suo valore.

 Dovrà in primis comprovare di essersi meritato il team ufficiale dove è stato scelto per rimpiazzare Alex Marquez, il fratello di Marc che è stato retrocesso nel team satellite LCR, prima di un finale di stagione in crescendo. Nel secondo anno in MotoGp, alla corte di Lucio Cecchinello, sarà il compagno di squadra del giapponese Takaaki Nakagami, un altro che punta a sorprendere.

Yamaha: occhio alla sfida interna tra gli ufficiali e il team satellite

Nella casa di Iwata si è quasi chiusa un’era. Valentino Rossi lascia quella che per tanti anni è stata la sua squadra e correrà nel team satellite dove farà coppia con Franco Morbidelli. Il Maestro e il primo allievo dell'Academy VR46: due generazioni a confronto, due amici veri che si preparano a movimentare il campionato.

Tornando al team ufficiale i vertici del team nipponico hanno scelto di puntare ancora su Maverick Vinales e di scommettere sul talento di Fabio Quartararo. L’hanno fatto all’inizio dello scorso campionato, quando sembrava che il nizzardo potesse dominare a mani basse, complice l’uscita di scena di Marquez. I fatti sono stati ben diversi. Ora entrambi i piloti dovranno dimostrarsi all’altezza del compito e avere la meglio sull’apparentemente più spensierato team satellite dove Morbidelli non ha però mai nascosto di puntare al titolo.

Ktm: la squadra austriaca punta in alto

Quest'anno i piloti rivelazione della passata stagione, Brad Binder e Miguel Oliveira, piloti della Ktm ufficiali, insieme ai piloti della squadra satellite Tech3, il ternano Danilo Petrucci e lo spagnolo Iker Lekuona cercheranno di portare ancora più in alto la casa di Mattighofen.

Petrucci, come i suoi compagni di marca, è davvero carico per la nuova esperienza e non vede l'ora di salire in sella. Per lui sarà la decima stagione in MotoGp, un motivo in più per dimostrare tutto il suo valore:  "Sono il 'più esperto' - ha dichiarato- ma voglio essere più veloce di loro o lottare con loro e condividere le nostre opinioni per far crescere la moto. Alla fine l'obiettivo è di essere soddisfatti della stagione e rendere felici tutte le persone della Ktm, oltre a essere veloci, che è la cosa che conta di più".

Ducati e Aprilia per far sognare gli italiani

Anche la Ducati inizia una nuova era. Nel team di Borgo Panigale ci sono volti nuovi e molto entusiasmo dopo i risultati incoraggianti ottenuti nei test prestagionali in Qatar. Jack Miller e Pecco Bagnaia, promossi dal team satellite Pramac, non vedono l’ora di far bene con la Rossa che spera di far innamorare tutti gli italiani.

Faremo un forte tifo anche per il team Aprilia-Gresini Racing dove Aleix Espargarò sogna di poter dedicare un podio al compianto Fausto Gresini. Sulla moto di Noale, ci sarà anche Lorenzo Savadori, un rookie che vuole far bene, proprio come Enea Bastianini, campione del mondo Moto 2 e Luca Marini, il fratello di Valentino Rossi, vice-campione del mondo nella passata stagione. I due torneranno a rinnovare il loro duello nell’annata d’esordio nella massima categoria del motociclismo in sella alla Ducati del team Esponsorama Racing. Ci aspetta una stagione avvincente e tutta da seguire: ecco gli appuntamenti.

Motogp 2021: i numeri dei piloti

  • 5 Johann Zarco (Pramac Racing)
  • 9 Danilo Petrucci (Tech 3 Factory Racing)
  • 10 Luca Marini (Esponsorama Racing)
  • 12 Maverick Vinales (Monster Energy Yamaha)
  • 20 Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha)
  • 21 Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT)
  • 23 Enea Bastianini (Esponsorama Racing)
  • 27 Iker Lecuona (Tech3 Ktm Factory Racing) KTM
  • 30 Takaaki Nakagami (LCR Honda)
  • 32 Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini)
  • 33 Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing)
  • 36 Joan Mir (Suzuki Ecstar)
  • 41 Aleix Espargarò (Aprilia Racing Team Gresini)
  • 42 Alex Rins (Suzuki Ecstar)
  • 43 Jack Miller (Ducati Corse)
  • 44 Pol Espargarò (Repsol Honda Team)
  • 46 Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT)
  • 63 Francesco Bagnaia (Ducati Corse)
  • 73 Alex Marquez (LCR Honda)
  • 88 Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing)
  • 89 Jorge Martin (Pramac Racing)
  • 93 Marc Marquez (Repsol Honda)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp 2021 inizia il Mondiale 2021: i favoriti e le sorprese di una stagione tutta da seguire

Today è in caricamento