Sabato, 27 Febbraio 2021
Pronto a correre

"Se la Honda chiama Andrea è pronto a sostituire Marquez", parola del manager del Dovi

Il Motomondiale inizia il 28 marzo in Qatar. La casa dell’Ala d’oro dovrà sostituirlo se non avrà recuperato dall’infortunio. Il primo nome è quello del collaudatore Stefan Bradl ma il manager del Dovi ha fatto sapere che il forlivese sarebbe disponibile

Dovizioso/ ANSA

Andrea Dovizioso non si sta annoiando e si tiene allenato con il Motocross. Ma il pilota forlivese, dopo aver chiuso un matrimonio di otto anni con la Ducati e aver respinto la corte dell’Aprilia, sta alla finestra pronto a interrompere il suo anno sabbatico o il suo ‘periodo di disoccupazione forzata’ per presentarsi al via del prossimo campionato del mondo della MotoGp.

Il manager del Dovi, Simone Battistella, in un’intervista rilasciata a Sandro Donato Grosso per Sky Sport MotoGP, ha confermato che non è arrivata nessuna chiamata da parte della Honda. La casa dell’Ala d’oro sta aspettando Marc Marquez.  Il pilota di Cervera sta recuperando dalla terza operazione all’omero del braccio destro e punta a presentarsi al più tardi al via delle gare europee. Questa volta sembra che Marquez non forzerà i tempi di recupero e tornerà in pista soltanto quando avrà effettivamente recuperato al 100 %.

Stefan Bradl, il pilota collaudatore della Honda che l’anno scorso ha sostituito Marquez mentre era infortunato, conosce la moto e ha chiuso la stagione in crescendo, conquistando due top-ten nelle ultime sei gare. La scelta più naturale, in chiave continuità, sarebbe proprio quella di affidarsi all’esperto collaudatore tedesco.

Recentemente, Santi Hernandez, il capotecnico di Marquez a ‘Por Orejas’, il podcast di Motorsport.com, ha sostenuto che avrebbe molto senso continuare a lavorare con Stefan Bradl e con questa risposta avrebbe escluso la possibilità di vedere il Dovi in sella alla Honda.

Dovi alla finestra

Simone Battistella, manager del Dovi, sottolinea che Andrea "si sta allenando con il motocross a livello amatoriale ma lo sta facendo con tale intensità che è come se fosse in piena prestagione MotoGp".

Se la Honda dovesse fare la famosa telefonata, Dovi correrebbe a sostituire Marquez. Battistella spiega così la situazione attuale e l'immediato futuro:

“Lavoreremo quest’anno per rientrare a pieno titolo nel 2022 – spiega il manager di Andrea Dovizioso a Sly Sport MotoGp -. Per quando riguarda Honda, premesso che sia a me sia ad Andrea dispiace molto quello che sta succedendo a Marc Marquez, è chiaro che stanno valutando esattamente quando il loro pilota possa rientrare. A mio avviso, giustamente, hanno timore di compiere degli errori in una situazione tanto delicata.  Il prossimo mese sarà cruciale per le loro decisioni.  Dal canto nostro abbiamo rifiutato tutte le proposte da collaudatore per essere liberi di fare altro ma altresì pronti a tornare in griglia di partenza”.

La Honda scioglierà i suoi dubbi entro fine febbraio. Tra un mese sapremo se Marquez sarà in sella alla RC213V per i Test Ufficiali in Qatar, se ci sarà Bradl o se, a sorpresa, in sella alla Honda, come sostituto di Marc Marquez, ci sarà Andrea Dovizioso.

Per conoscere tutte le date aggiornate del Motomondiale 2021 cliccate qui

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se la Honda chiama Andrea è pronto a sostituire Marquez", parola del manager del Dovi

Today è in caricamento