Domenica, 7 Marzo 2021
MotoGp

MotoGp Europa - Mir, una vittoria (quasi) Mondiale: doppietta Suzuki a Valencia

Joan Mir conquista la prima vittoria in carriera sul tracciato di Valencia, precedendo il compagno Rins e Pol Espargarò. Il Mondiale, quando mancano 2 gare alla conclusione, sta premiando il talento di Palma di Maiorca

La marcia reale spagnola suona sul podio per celebrare i violini della Suzuki. Joan Mir, il vincitore del Gran Premio d’Europa, la terzultima prova del Motomondiale 2020, ha conquistato sul tracciato Riccardo Tormo di Valencia il primo successo nella classe regina.

Mir era già il leader del campionato prima di questo Gp, ma non era ancora riuscito a vincere. Dalla sua aveva una grande costanza di rendimento, dimostrata anche dalla recente serie di podi, ben sei nelle ultime sette gare. Gli mancava, però, un successo che ne legittimasse le ambizioni iridate. Nel Motomondiale, infatti, conta indubbiamente anche la regolarità, ma il talento della velocità deve portare alla vittoria.

Per vincere Mir ha scelto il posto e il momento giusto. Il talentuoso pilota di Palma di Maiorca, campione del mondo Moto3 nel 2017, ha trionfato a Valencia, in una giornata magnifica sia per i piloti spagnoli che per la Suzuki.

Il secondo gradino del podio, infatti, è andato a Alex Rins, il secondo violino Suzuki. Il momento chiave della gara avviene quando mancano 11 tornate alla conclusione. Rins, in testa al Gran Premio, aveva cercato di fare il ritmo per staccare il compagno di squadra. In quel momento decide di lasciarsi passare per poterlo studiare per qualche giro. Peccato, però, che Mir rompa gli indugi e colga l’occasione per mostrare tutto il suo potenziale, staccando il compagno di squadra per involarsi verso un successo che consolida la sua leadership nel campionato e lo avvicini sempre più al titolo iridato. La terza posizione premia Pol Espargarò (Ktm), che precede Nakagami (Honda), Oliveira (Ktm), Miller (Ktm) e Binder (Ktm), settimo.

MotoGp, Europa: domenica nera per Rossi, le Yamaha e la Ducati

Basta scorrere l’ordine d’arrivo per capire quanto la giornata in MotpGp sia stata a dir poco avara di soddisfazioni per i nostri portacolori.  Andrea Dovizioso, miglior Ducati in pista davanti a Zarco, ha chiuso, 8°, Petrucci 10°. Il Dovi, proprio come Franco Morbidelli, 11° e  migliore tra i piloti Yamaha, ora hanno ben 45 punti di distacco da Joan Mir, sempre più leader del Mondiale.

Per la casa di Iwata è stato un weekend da incubo cominciato con la sanzione per le irregolarità sui motori e culminato con la caduta di Quartararo, poi 14esimo e il 13esimo posto di Vinales. Il nizzardo ora ha 37 lunghezze di ritardo in campionato, proprio come Rins (Suzuki).

Continua purtroppo anche il periodo nero di Valentino Rossi. Il pluricampione di Tavullia le aveva provate davvero tutte pur di essere presente a questa gara, la prima dopo le 2 saltate a causa del Covid-19. Dopo essere stato sostituito dalla Yamaha nelle prove libere del venerdì, con il buon esordio di Gerloff, appena ricevuto la notizia della negatività anche al secondo tampone, sabato era salito in sella per le qualifiche. Oggi, però, è stata proprio la Yamaha, a causa di problemi tecnici, a lasciare a piedi il Dottore.

Il calendario del Motomondiale, però, non si ferma e già domenica prossima i piloti saranno in pista. Si correrà, infatti, il Gp della Comunità Valenciana, in programma nuovamente al Riccardo Tormo la prossima settimana. Sarà il penultimo appuntamento prima del Gp del Portogallo, a Portimao, domenica 22 novembre. 50 punti in palio: Mir è davvero a un passo dal titolo.

Motogp, Gp Europa: ordine d'arrivo

1) Mir

2) Rins

3) P. Espargarò

4) Nakagami

5) Oliveira

6) Miller

7) Binder

8) Dovizioso

9) Zarco

10) Petrucci

11) Morbidelli

12) Bradl

13) Vinales

14) Quartararo

La classifica del Mondiale MotoGp:

1) Mir: 162 punti

2) Rins: 125

3) Quartararo: 125

4) Morbidelli: 117

5) Dovizioso: 117

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp Europa - Mir, una vittoria (quasi) Mondiale: doppietta Suzuki a Valencia

Today è in caricamento