Venerdì, 5 Marzo 2021
MotoGp

MotoGp: La Honda presenta i piani sportivi 2021, Marquez è ottimista per il futuro

La Casa dell’Ala d’Oro, dopo la deludente stagione 2020, deve rilanciarsi nella prossima annata. Il pluricampione di Cervera punta a recuperare dall’infortunio e a presentarsi più forte e maturo che mai

Honda Racing

La Honda, nella stagione 2021, ha l’assoluta necessità di rilanciarsi. La casa dell’Ala d’Oro, infatti, a causa dell’infortunio di Mar  Marquez, ha vissuto un 2020 da incubo. Nessuna vittoria, risultato che non si verificava dal 1982, anno in cui entrò nel Mondiale come Hrc. Oggi, però, durante la presentazione dei piani sportivi per la prossima stagione, che a causa della pandemia è avvenuta via web, in Giappone vogliono guardare al futuro con ottimismo. Per questo hanno celebrato come merita Ricky Brabec, l'americano che dopo 31 anni ha riportato la Honda a vincere la Dakar. E' stato il primo statunitense a riuscirci. Sono stati altrettanto celebrati altri due campioni Honda, Toni Bou, il re del Trial, che quest'anno si è portato a quota 28 titoli mondiali tra outdoor e indoor e il campione del motocross, lo sloveno Tim Gajser. Loro sono la nota felice di quet’anno che per la Honda MotoGp è stato davvero negativo. Nonostante tutto, si guarda al futuro con ottimismo alla prossima annata nella classe regina.

"Quest'anno i risultati in MotoGP sono stati deludenti - ha dichiarato Noriaki Abe, il massimo responsabile della divisione moto - ma penso che l'anno prossimo lotteremo per il titolo MotoGP".

All'interno dell'evento sono stati presentati anche i piloti Superbike 2021, Alvaro Bautista e Leon Haslam e quelli impiegati nelle classi minori del Motomondiale Ai Ogura, Somkiat Chantra, in Moto2 e Yuki Kunii e Andi Izdihar in Moto3.

MotoGp, Honda 2021: l’anno che verrà

Per la MotoGp sono stati presentati i piloti del team LCR, Alex Marquez e Takaaki Nakagami. Entrambi puntano a fare bene nella prossima stagione, partendo dai segnali incoraggianti della parte conclusiva dell’annata 2020.

Il fratello di Marquez, che ha conquistato due podi nella passata stagione, dal team Repsol era stato dirottato sul team satellite di Lucio Cecchinello. Troverà come compagno di squadra il pilota giapponese che è stato anche lui protagonista di una seconda parte di stagione più positiva, anche se gli è mancata la continuità in gara a dispetto delle brillanti prestazioni in qualifica.

MotoGp, Honda: Marquez ottimista per il 2021

Gli occhi di tutti, però, sono puntati sul team ufficiale. Pol Espargarò, il nuovo ufficiale 2021, oggi non ha ancora potuto parlare per ragioni contrattuali, dato che è ancora legato alla Ktm.  Marc Marquez, invece, ha mandato con immagini girate nella sua casa di Cervera, realizzato prima del terzo intervento al braccio.

“Sono Marc Márquez, dalla Spagna – ha detto il pluricampione nel suo messaggio. Come sapete è stata una stagione davvero difficile per noi, una stagione insolita, a causa del Covid, il virus, ma anche sul lato personale perché nella prima gara ho subito un grave infortunio al braccio destro. Ho avuto qualche problema nel recupero. Ma ora guardo al 2021 perché sarà sicuramente diverso. Sarò più forte. Sarà una grande esperienza per il futuro, sarò più maturo, ancora più forte. Voglio ringraziare tutti gli sponsor, la Honda, tutti i tifosi perché ho ricevuto tanti messaggi di supporto durante il 2020. Nel 2021 saremo lì e gareggeremo, ancora una volta, nel migliore dei modi. Grazie. A presto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp: La Honda presenta i piani sportivi 2021, Marquez è ottimista per il futuro

Today è in caricamento