Martedì, 11 Maggio 2021
MOTOGP Jerez/La Domenica della Ducati

MotoGp Spagna: Miller e Bagnaia, la Ducati centra la doppietta a Jerez: ora l’obiettivo è il Mondiale

Una domenica indimenticabile per il team di Borgo Panigale e per tutti i tifosi italiani. Due rosse sul podio e Morbidelli splendido 3

Le lacrime vincenti di un commosso Jack Miller, il sorriso gigante di Francesco Bagnaia, nuovo leader del Mondiale, la fierezza di Franco Morbidelli, terzo con la sua Yamaha Petronas. Ci sono domeniche memorabili in un Mondiale. Questa edizione del Gran Premio di Spagna, classe MotoGp, sul bellissimo tracciato andaluso di Jerez de La Frontera, mette in mostra il talento del pilota di Townsville, riscattando il suo difficile inizio di stagione e sorride, tanto, all’Italia e agli italiani.

MotoGp - Portimao: i top e flop

MotoGp, Jerez: la ‘Domenica Rosso Ducati’

Le Ducati conquistano una doppietta storica sul tracciato andaluso. Miller vince, mentre Bagnaia lo insegue. Ora in testa al campionato c’è il pilota torinese della Ducati. Bagnaia vola al comando con 66 lunghezze, 2 di vantaggio su Fabio Quartararo a quota 64. Terzo in classifica lo Yamahista Vinales a 50, che precede Joan Mir, a quota 49.

MotoGp Jerez: la gara

Il Gran Premio di Spagna si è deciso a 11 giri dalla fine. In quel momento era in testa Fabio Quartararo (Yamaha), che sembrava potersi involare verso un’altra vittoria in solitaria.

Purtroppo il pilota francese ha iniziato a soffrire per un problema fisico al braccio che ne ha fortemente condizionato il rendimento. Ha iniziato a perdere posizioni su posizione e ha chiuso soltanto 13esimo. Speriamo possa risolvere presto questo infortunio.

Miller, che stava inseguendo il pilota nizzardo, ha gestito con abilità la testa della corsa e nel finale ha resistito al tentativo di rimonta di Bagnaia che aveva superato Morbidelli. Al parco chiuso è stata una vera festa per tutti e tre. Bene anche Nakagami, quarto con la Honda LCR, davanti a Mir (Suzuki), quinto e Aleix Espargarò (Aprilia), sesto. Vinales (Yamaha), settimo, è penalizzato dalla scelta delle gomme morbide. Marquez, nono, continua bene il suo periodo di recupero dopo l'infortunio, precedendo il compagno di team Pol Espargarò, che invece è ancora in difficoltà con la Honda Repsol. 

Petrucci (KTM), 14esimo, Marini (Ducati Esponsorama), 16esimo, Valentino Rossi (Yamaha Petronas), 17esimo, Savadori (KTM) 22 esimo. Caduto Enea Bastianini (Ducati Esponsorama). 

MotoGp 2021: il calendario di una stagione tutta da seguire

Le prossime gare a Le Mans (16 maggio) e al Mugello (30 maggio) si disputeranno su piste favorevoli alla Ducati. Dopo aver vinto su una pista dove era sfavorita, la Ducati può decisamente ambire al Mondiale.

MotoGp - Jerez: l’ordine d’arrivo

1) Jack Miller  (Ducati)

2) Francesco Bagnaia (Ducati)

3) Franco Morbidelli (Yamaha Petronas)

4) Takaaki Nakagami (Honda LCR)

5) Joan Mir (Suzuki)

6) Aleix Espargarò (Aprilia Racing)

7) Maverick Vinales (Yamaha)

8) Zarco Johann (Pramac Racing)

9) Marquez (Honda Repsol)

10)  Pol Espargarò (Honda Repsol)

11)  Miguel Oliveira (KTM)

12) Stefan Bradl (Honda LCR)

13) Fabio Quartararo (Yamaha)

14) Danilo Petrucci (Ktm Tech3)

15) Iker Lekuona (Ktm Tech3)

16) Luca Marini (Ducati Avintia)

17) Valentino Rossi (Yamaha Petronas)

18) Tito Rabat (Pramac Racing)

19) Lorenzo Savadori (Aprilia Racing)

20) Alex Rins (Suzuki)

Ritirati

21) Brad Binder (Ktm)  

22) Enea Bastianini (Ducati Esponsorama)

23) Alex Marquez (Honda LCR)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp Spagna: Miller e Bagnaia, la Ducati centra la doppietta a Jerez: ora l’obiettivo è il Mondiale

Today è in caricamento