Venerdì, 27 Novembre 2020

MotoGp Teruel: Morbidelli trionfo da sogno Mondiale, delusione Dovi

Il pilota del team Yamaha Petronas trionfa nel Gp Teruel e sogna di vincere il campionato. Domenica nera per il pilota forlivese della Ducati

Suzuki Racing

Sii, tutto è possibile…Franco 'Franky' Morbidelli vince con grande autorevolezza il Gp Teruel, la seconda gara sulla pista di Aragon. Il secondo successo nella classe regina, dopo la vittoria a Misano Adriatico, candida l'allievo del Dottor Rossi, assente a causa del Coronavirus, al titolo Mondiale.

Le due Suzuki di Alex Rins e di Joan Mir devono accontentarsi del secondo e del terzo gradino del podio. Mir si conferma leader del campionato con 137 punti: dalla sua ha una grande costanza, ma non ha ancora vinto. Nella storia del Motomondiale, in quella che un tempo veniva definita massima cilindrata, non c’è mai stato un campione del mondo che non abbia conquistato nemmeno una gara durante la stagione.

Quarto posto per Pol Espargarò (KTM), che precede Johann Zarco (Ducati Avintia), quinto e miglior Ducatista in pista. Soltanto settimo Maverick Vinales (Yamaha), davanti a Fabio Quartararo (Yamaha Tech3), ottavo. Altra domenica no per il team Ducati ufficiale: Petrucci è 10°, Dovizioso 13°.

Tra i ritirati Alex Marquez, che stava disputando un’altra ottima gara. Il fratello di Marc è caduto al giro 14, in curva 2, dopo aver perso il controllo della sua Honda Repsol. In quel momento stava lottando con Mir e con Zarco e montava gomme dure con un ottimo passo gara. La caduta ha vanificato un possibile podio ed ha reso ancora più amara la giornata in casa Honda dopo la caduta del poleman Takaaki Nakagami.

MotoGp, Morbidelli sbanca Aragon (bis) e sogna il Mondiale

Morbido, per completare questa clamorosa impresa, quando mancano 3 gare al termine della stagione, ha dalla sua il talento, un grande entusiasmo e una moto competitiva.

Attualmente è quarto nella graduatoria iridata con 112 punti, 3 più di Andrea Dovizioso (109). Il morale dei due, però, è diametralmente opposto.  Il Dovi ci sta mettendo tutto l’impegno possibile, ma in questa stagione la Ducati continua a mancare di velocità e costanza. Oggi, ancora una volta, la delusione era enorme e, anche se la matematica non lo taglia fuori dai giochi, stenta a credere di avere ancora delle reali prospettive per il titolo.

Morbidelli, invece, è galvanizzato da una vittoria ottenuta dominando dall’inizio alla fine. Velocità e costanza, le due parole chiave per un trionfo meritato che autorizza a sognare in grande.

Anche Fabio Quartararo, il compagno di team di Franco, 123 punti e secondo posto nel Mondiale, appare in difficoltà.

Decisamente più in forma Alex Rins (105 punti). Il pilota della Suzuki che una settimana fa aveva vinto proprio ad Aragon e oggi ha centrato il secondo posto ha 32 lunghezze di distacco dal leader del campionato, il  compagno di team, Mir. In Suzuki, il team manager Davide Brivio non ha dato nessun ordine di scuderia.

Il Mondiale è aperto, avvincente e tutto da seguire. Restano 3 gare: due a Valencia, sul tracciato Ricardo Tormo, una in Portogallo, a Portimao.

Appuntamento per il Gran Premio d'Europa, in programma dal 6 all'8 novembre.

Ordine d’arrivo Gp Teruel Motogp 2020:

1) Franco Morbidelli (Yamaha)

2) Alex Rins (Suzuki)

3) Joan Mir (Suzuki)

4) Pol Espargarò (KTM)

5) Johann Zarco (Ducati)

6) Miguel Oliveira (KTM)

7) Maverick Vinales (Yamaha)

8) Fabio Quartararo (Yamaha)

9) Iker Lecuona (KTM)

10) Danilo Petrucci (Ducati)

11) Cal Crutchlow (Honda)

12) Stefan Bradl (Honda)

13) Andrea Dovizioso (Ducati)

14) Tito Rabat (Ducati)

15) Bradley Smith (Aprilia)

Rit. Aleix Espargarò (Aprilia)

Rit. Alex Marquez (Honda)

Rit. Francesco Bagnaia (Ducati)

Rit. Takaaki Nakagami (Honda)

Rit. Jack Miller (Ducati)

Rit. Brad Binder (KTM)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp Teruel: Morbidelli trionfo da sogno Mondiale, delusione Dovi

Today è in caricamento