Lunedì, 25 Ottobre 2021
MOTOGP

La Yamaha parlerà italiano: Morbidelli ufficiale fino al 2023, il Dovi resterà nel team satellite

La casa di Iwata ha annunciato l'accordo per 3 stagioni con il pilota italo-brasiliano. Il forlivese correrà anche nella prossima stagione nel team satellite

Le pene di Franco Morbidelli sembrano finalmente finite, proprio come l’anno sabbatico di Andrea Dovizioso. Il Morbido, vice-campione del mondo in carica nella stagione 2020, ha vissuto un 2021 che definire tribolato è dire poco. Ha racimolato 40 punti, correndo con una moto non ufficiale decisamente inferiore alla concorrenza. A dimostrazione della sua classe aveva comunque ottenuto un terzo posto nel Gran Premio di Spagna, lo scorso 2 maggio, a Jerez.

Yamaha_Morbidelli-2

In quell’occasione aveva confessato di aver parlato della sua situazione con il managing director di casa Yamaha, Lin Jarvis. Quest’ultimo l’aveva rassicurato, dicendogli che presto avrebbe avuto il premio che aveva ampliamente dimostrato di meritare: la moto ufficiale.

La rottura improvvisa del rapporto tra Maverick Vinales e la Yamaha ha anticipato i tempi. Il pilota spagnolo ora è già in pista come pilota ufficiale dell’Aprilia, mentre Morbidelli, dopo essere stato costretto a saltare i Gran Premi di Olanda, Stiria, Austria, Gran Bretagna e Aragon a causa di un brutto infortunio al ginocchio, può finalmente tornare in pista e lo farà da pilota ufficiale Yamaha, nella gara di casa, in programma domenica 19 settembre a Misano Adriatico.

Oggi, 16 settembre, la Yamaha ha ufficializzato che Franco Morbidelli sarà un pilota ufficiale per le prossime 3 stagioni, fino al 2023.

“ Do un caloroso benvenuto a Franco nel team ufficiale e ringrazio Petronas per averci consentito di promuoverlo in anticipo nel team ufficiale, spostamento inizialmente previsto per il 2022”, spiega Jarvis nel comunicato ufficiale diffuso dalla Casa di Iwata. “Dovrà arrivare gradualmente al pieno recupero ma abbiamo blindato la nostra formazione per i prossimi anni, garantendo a Morbidelli il pieno appoggio tecnico di Yamaha”.

“Non vedo l’ora di salire sulla Yamaha M1 su una pista che conosco bene e dove ho grandi ricordi. Sono davvero felice che si apra in anticipo un nuovo capitolo della mia carriera”, ha commentato con tutto il suo entusiasmo Franco Morbidelli.

Un bellissimo premio per il talentuoso pilota, insieme a Franco Bagnaia allievo prediletto di Valentino Rossi e della sua VR46 Academy. ‘Il Morbido’ non ha dimenticato un ringraziamento speciale nei confronti del numero 46 che l’ha aiutato nei vari anni a realizzare quello che all’inizio era poco più di un semplice sogno.

MotoGp, Dovizioso in sella anche nel 2022

Dovizioso_Yamaha-2

La promozione di Morbidelli nel team ufficiale diventa una doppia gioia per i colori italiani. A Misano, infatti, dopo quasi una stagione di assenza, rivedremo in sella Andrea Dovizioso. Per queste ultime gare della stagione sarà il compagno di Valentino Rossi nel team Yamaha Petronas, andando a sostituire Morbidelli.

Valentino Rossi: la storia (in)finita di una leggenda

Nel 2022 resterà nel team satellite Yamaha, il Sepang Racing Team, che cambierà sponsor e non sarà più Petronas.  “Ho tante cose da imparare, una nuova moto, un nuovo modo di lavorare, una nuova squadra. Ma è una grande sfida iniziare da casa mia, a Misano. Non vedo l’ora di salire sulla M1”, ha commentato il pilota forlivese, classe 1986, che non vede l’ora di ricominciare la sua avventura nel motomondiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Yamaha parlerà italiano: Morbidelli ufficiale fino al 2023, il Dovi resterà nel team satellite

Today è in caricamento