rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
MOTOGP

MotoGp Misano: i 5 'perchè-vedere' il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna

Domenica sarà Misano-2. Una gara da non perdere nella terra dei motori. Vediamo i motivi principali per cui vale la pena vedere questa corsa speciale

Domenica 24 ottobre si disputerà a Misano il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna. Sarà il secondo appuntamento stagionale sulla pista romagnola. Al tradizionale appuntamento di settembre, che quest’anno è stato conquistato da Pecco Bagnaia in sella alla sua Ducati, si è aggiunto un nuovo Gp, per assicurare il regolare svolgimento del campionato in questo difficile periodo di pandemia.

Nell’emergenza è nata una grande occasione. In questo modo sono diventate due le gare a Misano per celebrare Valentino Rossi, nato a Tavullia, a pochi chilometri da questo circuito dove in passato ha vinto 3 volte. Il Dottore al termine della stagione lascerà la MotoGp dopo 26 stagioni e nove titoli Mondiali.

Quando mancano tre gare al termine della stagione ci sono molti spunti interessanti.

Valentino Rossi, l'ultima gara in casa: come Misano celebrerà il Dottore

Qui vediamo cinque motivi per cui il Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell'Emilia Romagna sarà tutto da seguire.

1) Valentino Rossi: la sua ultima gara a Misano

Visto il rendimento della Yamaha Petronas e la difficile annata del Dottore sul piano sportivo ci si aspetta poco dal numero 46. Ma per la celebrazione meritata della sua storia unica per il Motomondiale e per il grande spettacolo che gli regaleranno i tifosi, gli organizzatori del Motomondiale e non solo, questa gara è destinata a restare un unicum. Sul cielo di Misano voleranno anche le Frecce Tricolori.

2) Fabio Quartararo: sarà campione del mondo

Il leader del Mondiale, Fabio Quartararo, potrebbe laurearsi campione del mondo già a Misano. Il transalpino ha 52 lunghezze di vantaggio sul suo primo inseguitore, Pecco Bagnaia. 

Per aggiudicarsi il suo primo alloro iridato Quartararo non dovrà perdere più di due punti da Bagnaia.

3) Bagnaia: una vittoria per tenere aperto il Mondiale

La missione di vincere il Mondiale, per il pilota piemontese della Ducati, sembra decisamente una mission-impossible. Bagnaia, però, vuole provarci anche perché sa che l’unico modo per rimandare la festa di Quartararo a Portimao o a Valencia è quello di vincere. Un bis in casa, dopo la vittoria di un mese fa a Misano, renderebbe ancora più dolce la festa di addio del suo mentore Valentino Rossi. Anche per questo Pecco sicuramente darà tutto.

4) Marquez: ci sarà un effetto Austin?

Marquez, in America, è tornato al successo e ha stravinto su una pista dove ha sempre dominato. Chissà se il successo americano avrà ripercussioni positive anche sull’impegnativo tracciato romagnolo.

5) Bastianini: un’altra gara da Bestia?

Nell’ultimo appuntamento a Misano, il giovane riminese Bastianini, in sella alla Ducati Avintia è stato straripante e si è andato a prendere il podio correndo con il fuoco dentro. La Bestia sarà protagonista di un’altra gara capace di far sognare i tifosi?

Sarà la pista di Misano che emetterà i suoi verdetti.

Il 'fascino del tramonto': perchè Misano sarà sempre speciale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp Misano: i 5 'perchè-vedere' il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna

Today è in caricamento