Giovedì, 28 Ottobre 2021
MOTOGP

Il sogno di Bagnaia sulle note de ‘L’allegria’: 4 gare e 100 punti in palio per il Mondiale

Il pilota torinese, dopo il successo a Misano, il secondo consecutivo ha 48 punti da recuperare in classifica sul leader del campionato. Un obbiettivo da inseguire con ‘Allegria’

“Lo confesso Pecco spesso”. I tifosi rossi di Bagnaia, dagli spalti del tracciato ‘Marco Simoncelli’ di Misano Adriatico hanno vissuto una domenica incredibile grazie al loro beniamino. Pecco ha ottenuto la seconda vittoria in MotoGp, la seconda consecutiva, riuscendo a resistere all’arrembaggio finale del leader del campionato Fabio Quartararo (Yamaha).

Bagnaia, in sella alla sua Ducati, è scattato come un fulmine dalla pole e poi ha sempre guidato alla grande, dimostrando grande intelligenza nella gestione della gara. Era consapevole di essere partito con le gomme più morbide e che nel finale avrebbe dovuto resistere all’assalto del francese, che invece avrebbe beneficiato della scelta della gomma media. Grazie alla sua maestria nella guida giro dopo giro è riuscito a girare quel tanto più forte da non farsi mai superare.  

Un’altra splendida vittoria, contro un grande avversario, proprio come una settimana fa quando a Aragon Bagnaia, per vincere la sua prima gara in MotoGp, aveva dovuto lottare fino alla fine con Marquez.

Il sogno mondiale di Pecco Bagnaia

Mancano 4 gare alla fine della stagione (Austin, Misano, Portimao e Valencia) e la bilancia del campionato pende a favore di Fabio Quartararo, che ha 48 punti di vantaggio nella classifica iridata. Il francese, dopo la gara difficile di Aragon, una pista che non ama e in cui ha comunque preso qualche preziosissimo punto grazie all’ottavo posto, a Misano ha ceduto solo 5 punti al rivale piemontese. 

Anche vincendole tutte Bagnaia, calcolatrice alla mano, non riuscirebbe a laurearsi campione del mondo. Quartararo è nella condizione di poter fare dei calcoli. Non può vincere il titolo già in Texas, ma gli basterebbero quattro quarti posti nelle ultime quattro gare per diventare campione del mondo per la prima volta in carriera.

Pecco, però, si è appena sbloccato in MotoGp e dopo aver colto la prima vittoria nella classe regina vincendo in Spagna, a Aragon, ha realizzato il sogno di vincere in Italia, a Misano, in sella alla Ducati, orgoglio italiano.

Il primo a sapere che per lui è un dovere lottare per il Mondiale fino alla fine è proprio lui, che ne era consapevole sin da quando, a inizio stagione, è passato dal team Pramac Ducati, alla Ducati ufficiale. Sapeva che guidare la Rossa di Borgo Panigale impone di lottare per il titolo.

Come un fiore sbocciato in MotoGp sta vivendo un momento bellissimo e proprio sulle ali di questo entusiasmo ha il dovere di provarci.

Magari potrà ancora continuare a ispirarsi a “L'allegria”, cullando "il sogno di un ragazzo italiano, la strada di casa che porta lontano”. Quest'estate, nel Ranch di Valentino Rossi, Pecco, insieme al Dottore che è stato il suo primo scopritore, è stato tra i protagonisti del video della canzone cantata da Morandi e scritta da Jovanotti.

La prossima tappa della MotoGp è in programma in America tra due settimane. Lì tutti i suoi tifosi sognano che continui a ricordargli quanto è bella ‘L’allegria, alimentando il sogno mondiale’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sogno di Bagnaia sulle note de ‘L’allegria’: 4 gare e 100 punti in palio per il Mondiale

Today è in caricamento