rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
IL CASO

Lo striscione "Grazie Vale" rimosso dalle mura di Tavullia: scoppia il caso

Il cartellone dedicato al campione è stato tolto dal centro storico dopo un esposto alla Soprintendenza. Si cerca una mediazione vista l'importanza del nove volte iridato anche per il turismo della zona

Valentino Rossi, il campione di Tavullia. Nove titoli mondiali hanno creato il mito eterno del numero 46 e in tutto il mondo è stato promosso il nome della piccola località marchigiana, in provincia di Pesaro e Urbino, vicinissima a Misano, al suo circuito e alla Riviera Romagnola.

Il tavulliese più famoso al mondo si è ritirato dopo l’ultimo Gran Premio della stagione, il 14 novembre 2021, in una data che, gioco del destino, dà proprio come risultato 46 (14-11-’21)  l’iconico numero giallo che ormai accomuna i tifosi di Valentino in tutto il mondo.

In queste settimane Rossi ha ricevuto tributi e riconoscimenti da ogni parte, ma negli ultimi giorni è scoppiato un vero e proprio caso. Sulle mura di Tavullia da numerosi anni erano appesi, non affissi, striscioni e bandiere gialle per omaggiare il campione. Gli striscioni sono stati precauzionalmente rimossi dopo un esposto alla Soprintendenza da parte di un residente che fa parte di Italia Nostra, associazione che si batte, sin dal 1951, per difendere la “cultura della conservazione del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, del carattere ambientale delle città.”

Fra le battaglie di italia Nostra ci sono state, in passato, lotte contro il ricorso alla produzione di energia nucleare, contro l’Expo a Venezia e contro le Olimpiadi a Roma.

Valentino, tolti gli striscioni dal centro di Tavullia

Rossi, oltre all’affetto dei tifosi, ha anche quello della stragrande maggioranza dei suoi concittadini che gli riconoscono il fatto di aver reso Tavullia celebre nel mondo, di aver deciso di aprire nella sua città natale la VR46 e di costruire lì il suo ranch.

Il fatto che gli striscioni pro-Valentino deturpino le mura di Tavullia è opinabile. La cittadina marchigiana, però, oltre a celebrare il suo campione, ottiene anche un vantaggio evidente a livello economico da parte dei tifosi che arrivano da ogni parte d'Italia e di tutto il mondo. Proprio questa domenica, 5 dicembre, nella cittadina si disputerà la 100 Km dei campioni che vedrà al Ranch tanti piloti di fama internazionale.

A Tavullia, dove dai più la decisione è stata ritenuta una "follia", ci si chiede se questa sarà definitiva o se si troverà una mediazione con la Soprintendenza. 

Grazie Valentino, è giunta l'ora di goderci la tua eredità
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo striscione "Grazie Vale" rimosso dalle mura di Tavullia: scoppia il caso

Today è in caricamento