rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport

Napoli, Mazzarri raduna la truppa e striglia i suoi

Un digiuno così lungo per il Matador non c'era mai stato da quando è a Napoli

Una lunga chiacchierata, una riunione per guardarsi negli occhi e gettare le basi per affrontare nel modo migliore il prossimo impegno con l'Atalanta, prima della sosta del campionato. Oggi pomeriggio il Napoli si è ritrovato a Castel Volturno e Walter Mazzarri ha parlato a lungo con i suoi calciatori. Lo ha fatto al riparo da occhi ed orecchie indiscreti e d'altro canto nei momenti difficili non si mettono pubblicamente in piazza certi discorsi e certi problemi. È chiaro, comunque, che il tecnico del Napoli avrà analizzato la deludente partita di Verona contro il Chievo e non solo. 

L'allenatore ne avrà sicuramente approfittato per fare una disamina completa su ciò che ormai da qualche tempo non funziona più a dovere nella squadra. Meccanismi inceppati, concentrazione in campo ai minimi storici, condizione atletica approssimativa, sono le componenti di una miscela esplosiva che ha portato a quattro pareggi ed una sconfitta nelle ultime cinque uscite, senza contare le due inquietanti batoste rimediate in Europa League contro i non irresistibili cechi del Viktoria Plzen. Soltanto alla fine del faccia a faccia è cominciato il consueto allenamento di inizio settimana. 

La squadra ha svolto riscaldamento col pallone e poi allenamento tecnico. Successivamente la rosa si è divisa in due gruppi, uno dei quali ha svolto corsa con una serie di ripetute sui 100 metri ed un altro gruppo ha disputato una partitina 8 contro 8. Britos ha lavorato con la squadra ed ha giocato anche la partitina evitando colpi di testa e contrasti. Non è ancora chiaro se l'uruguaiano potrà essere in campo domenica prossima. È probabile che Mazzarri lo faccia riposare ancora per farlo rientrare dopo la sosta per le partite internazionali. 

Particolare attenzione nell'allenamento per Edinson Cavani sul quale sono puntati gli occhi non soltanto dei tifosi ma anche dell'allenatore e della società. Un digiuno così lungo per il Matador non c'era mai stato da quando è a Napoli. Anche per lui giungerà comunque provvidenziale il riposo la prossima settimana per poter tirare il fiato. Cavani ne approfitterà per raggiungere la moglie in Uruguay. Al suo paese, Salto avrà la possibilità di conoscere anche il secondogenito, nato da appena due giorni. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, Mazzarri raduna la truppa e striglia i suoi

Today è in caricamento