Niki Lauda, condizioni "soddisfacenti" dopo trapianto: è pienamente cosciente

L'ex campione del mondo di Formula Uno quattro giorni fa era stato sottoposto d'urgenza a un trapianto polmonare a seguito di un'infezione

Ansa

Migliorano le condizioni di Niki Lauda. L'ex campione del mondo di Formula Uno è in condizioni "molto soddisfacenti" quatto giorni dopo essere stato sottoposto d'urgenza a un trapianto polmonare a seguito di un'infezione. Lo ha annunciato l'Ospedale generale (Akh) di Vienna. "Ventiquattro ore dopo l'operazione, Niki Lauda è pienamente cosciente. Ha potuto essere 'stubato' e respira senza assistenza", ha indicato in un nota l'Ahk. Leggenda del 'circus', tre volte vincitore del titolo iridato, l'ex pilota austriaco - che oggi ha 69 anni - aveva dovuto precipitosamente interrompere la villeggiatura a Ibiza, in Spagna, a fine luglio per essere ricoverato in ospedale a Vienna a causa di un'acuta infezione polmonare.

Aveva subito un intervento di trapianto con priorità assoluta e gli era stato applicato un polmone artificiale in attesa dell'operazione. Da allora, il miglioramento è costante e "tutti gli organi funzionano bene", ha precisato l'ospedale.

Lauda, in passato due trapianti di reni

Vittima di un gravissimo incidente durante il Gran Premio di Germania nell'agosto 1976 - rimase quasi un minuto intrappolato nell'abitacolo della sua monoposto in fiamme - Niki Lauda soffre di fragilità polmonare a causa dei gas tossici respirati in quella circostanza. Ha inoltre subito due trapianti di reni, nel 1997 e nel 2005. Secondo il professor Walter Klepetko, che l'ha operato giovedì, l'ex campione del mondo dovrà pazientare ancora diverse settimane prima di poter lasciare l'ospedale. Ma a lungo andare, salvo sgradite sorprese, "potrà di nuovo volare, lavorare e fare sport come prima", ha assicurato al quotidiano Osterreich.

Quasi sempre presente sui circuiti come presidente non esecutivo della scuderia Mercedes, Lauda aveva disertato i Gp di Hockenheim e quello d'Ungheria - il 22 e il 29 luglio - a causa delle sue precarie condizioni di salute. Un'assenza che non era passata inosservata. L'ex pilota è inoltre molto attivo nel settore del trasporto aereo. A gennaio aveva riacquistato la sua vecchia compagnia Niki ribattezzandola LaudaMotion e cedendone il 75 per cento del capitale alla compagnia lowcost irlandese Ryanair, restando comunque nella dirigenza. Secondo Osterreich, poco prima della sua operazione ha contattato il ceo di Ryanair, Michael O'Leary, per cedergli il restante 25 per cento del capitale, per risparmiarsi in futuro un aggravio di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento