Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Guai per Magnini, chiesti 8 anni di squalifica per doping

La Procura contesta al nuotatore pesarese il consumo o tentato consumo di sostanze dopanti. Chiesti 4 anni per Michele Santucci

Filippo Magnini

Dalla Procura nazionale antidoping è arrivata una richiesta shock contro Filippo Magnini: una squalifica di otto anni per doping. Al nuotatore pesarese è stato contestato il consumo o tentato consumo di sostanze dopanti (articolo 2.2), il favoreggiamento (2.9) e, novità delle ultime ore, la somministrazione o tentata somministrazione di sostanza vietata (2.8). Una serie di accuse che concorre alla pesantissima richiesta. Per il collega di Nazionale Michele Santucci, coinvolto nella medesima indagine, la richiesta è stata di 4 anni. 

L’indagine parte dall’inchiesta penale pesarese sul medico nutrizionista Guido Porcellini, che aveva frequenti contatti con Magnini di cui era dietologo e mentore. Dalle indagini pesaresi non è emerso un coinvolgimento penale dell’ex nuotatore (ancora tesserato Fin) nei traffici per cui Porcellini è stato rinviato a giudizio (commercio di prodotti dopanti, falso, ricettazione e somministrazione di medicinali deteriorati) anche se alcuni comportamenti sono risultati dubbi.

Magnini e Santucci saranno giudicati, non prima di settembre, dalla prima sezione del Tribunale di Nado Italia, presieduta da Adele Rando. Confermata la totale estraneità di Federica Pellegrini. Sulla vicenda è intervenuto oggi il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “È importante specificare che è una richiesta, ben lungi dall’essere un giudizio definitivo sulla questione. Commentare sarebbe un errore da parte mia. Nado Italia è indipendente dal Coni. Nel leggere questa notizia io sono spettatore, anche se interessato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guai per Magnini, chiesti 8 anni di squalifica per doping

Today è in caricamento