Martedì, 26 Ottobre 2021
L'intervista

Federica Pellegrini nella storia, quinta finale olimpica consecutiva nei 200 stile: "Sarà l’ultima"

È la prima donna a riuscirci, in campo maschile ce l’aveva fatta solo Phelps. "Ma vi dico già che sarà l’ultima"

Con le unghie e con i denti, con il carattere e ovviamente con la sua classe infinita. Federica Pellegrini è la signora delle Olimpiadi, la finale dei 200 stile libero non sarebbe la stessa senza di lei, così l’azzurra lascia sui blocchi tutte le incognite delle batterie e chiude terza la propria semifinale in 1.56.44 qualificandosi per la quinta finale olimpica della sua carriera. E’ la prima volta che una donna riesce nell’impresa, mentre in campo maschile ce l’aveva già fatta Michael Phelps. Un risultato incredibile, che testimonia le qualità di una atleta capace prima di dominare e poi di restare ai vertici della categoria per oltre tre lustri, che nel nuoto è paragonabile a un’era geologica. Certo, l’australiana Titmus e le statunitense Ledecky in questo momento sono di un altro pianeta e potrebbero anche insidiare il record del mondo che la stessa Pellegrini detiene dal 2009 con 1.52.98. Ma la Divina intanto sarà lì al loro fianco e già questo rimarrà nella storia a lungo.

In tanti le fanno notare che ha tenuto sveglia mezza Italia. Federica sorride e ringrazia. "Non so cosa dire, sono felicissima perché era il vero obiettivo di questa Olimpiade arrivata con un anno di ritardo e sempre in rincorsa. Sono davvero contenta della quinta finale".

Poi guarda avanti. "Sarà l’ultima, ve lo dico già". E a chi le fa notare che Parigi è dietro l’angolo e arriverà solo fra tre anni replica: "Grazie ma no, il mio corpo lancia segnali importanti e sta contando i minuti. Cercherò di godermi quest’avventura fino alla fine, sarà la prima finale olimpica che mi gusterò fino in fondo e mi permetterà di divertirmi".

Cosa hai pensato negli ultimi 50 metri, quando ti sei giocata l’accesso alla gara che assegna le medaglie?

"Sono andata da sola, perché ero in corsia laterale e dovevo impostare la gara puntando solo sull’esperienza che ho maturato in questi anni. Poi l’ultima vasca è sempre uguale: si va al massimo e si vede cosa succede".

Dopo la prima semifinale sapevi di potercela fare?

"Ho visto che la quarta aveva chiuso in 1.56.3 e sapevo di essere in corsa, ma ci si gioca tutto sui decimi e di certezze ce ne sono poche. Comunque sono contenta perché ho fatto una bella gara. Stanotte? Ho dormito bene".

Ma ieri cosa era successo? Sei rimasta troppo coperta?

"No - ride Federica - ieri ho proprio fatto una gara di m.... Papale papale. Ero sottoritmo e l’ho pagata, ma adesso ho conquistato il mio obiettivo e devo dire grazie a tutto il mio staff che mi spinge a ogni allenamento".

Sei come Phelps, cinque finali consecutive alle Olimpiadi. Incredibile.

"Vero, però lui la quinta l’ha vinta".

Aspetta un attimo, la finale devi ancora disputarla.

"Non sono una che si prende in giro. Il reparto medaglie è chiuso e credo che andranno anche vicino al record del mondo. Non mi smonto, ma in questo momento per me non è raggiungibile, con l’età ho imparato a pormi degli obiettivi fattibili. Sempre più difficili ma senza sognare l’impossibile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federica Pellegrini nella storia, quinta finale olimpica consecutiva nei 200 stile: "Sarà l’ultima"

Today è in caricamento