Lunedì, 27 Settembre 2021
Il sogno

Paralimpiadi trionfali, nove medaglie in un giorno

Buona parte dei risultati arrivano all'Aquatics Centre di Tokyo e sempre da lì arriva la medagli d’oro della giornata che è quella di Giulia Terzi

Prosegue a vele gonfie la volata della delegazione italiana alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 perché oggi, nella settima giornata dei giochi, gli azzurri raccolgono nove medaglie: una d'oro, sette d'argento, una di bronzo. Così il medagliere azzurro arriva quota 43, nono posto in classifica generale. Una giornata che ha un po’ lo stesso sapore di quella di apertura perché di queste medaglie, una buona parte arrivano all'Aquatics Centre di Tokyo e sempre da lì arriva la medagli d’oro. E’ quella di Giulia Terzi, oro nei 100 stile libero S7. La lombarda ha fermato il tempo sul 1:09.21, nuovo record paralimpico, davanti alla statunitense Coan (1:10.22) e all'ucraina Mereshko (1:11.07). "E' quella più pesante, - ha commentato Terzi - quella a cui tengo di più. Avevo già vinto l'oro nella staffetta con le ragazze, è stata un'emozione grande perché lì è stato un lavoro di squadra. Oggi sono riuscita a vincere l'oro e inoltre a siglare il record paralimpico, quindi sono contentissima di questa gara”. 

La prima medaglia però è stata quella d'argento di Roberto Amodeo, che ha conquistato il secondo posto nei 400 metri stile libero S8 con il tempo di 4:25.93. "E' un'emozione indescrivibile, sto ancora realizzando quello che è successo, non avrei mai sperato una gara del genere. Ho migliorato ancora il mio tempo, speravo e sapevo che potevo farlo ma non così tanto” ha detto Amodeo. Poi è arrivata la medaglia di bronzo di Xenia Francesca Palazzo nei 400 stile libero S8 con 4:56.79: "Ho stretto i denti sul finale di gara, agli ultimi 150 metri, perché non riuscivo più ad andare avanti ma volevo questa medaglia e sono felicissima” ha detto Palazzo. La terza medaglia sempre dalla vasca olimpica è di Stefano Raimondi nei 100 farfalla S10, argento con il tempo di 55.04. "E' arrivato l'argento e sono contento lo stesso, il mio avversario adesso è nettamente più forte e quindi va bene così. L'obiettivo adesso sono le prossime gare” ha detto Raimondi.

Tra i grandi protagonisti di questa olimpiade c’è Assunta Legnante. La napoletana è medaglia d'argento nel lancio del disco femminile F11. Nella finale all'Olympic Stadium, ha lanciato a 40,25 metri, stabilendo il nuovo record europeo. Si tratta della terza medaglia alle Paralimpiadi per lei, ed è la prima in questa disciplina, a cui si aggiungono i due ori nel peso di Londra e Rio che proverà a bissare nei prossimi giorni. "Ci ho provato fino alla fine ma per poco non è andata. – ha detto Legnante - Ho fatto due record europei, ho lanciato finalmente 40 metri in gara, sono andata vicina al record del mondo e la cinese ha dovuto fare il record del mondo per battermi”.

Nella H1, Cornegliani ha corso in 45:44.46, terminando la sua prova alle spalle del sudafricano Du Preez (43:49.41) e davanti al belga Hordies (47:01.23). Nella H2, Mazzone ha ottenuto l'argento grazie al tempo di 31:23.79. La terza medaglia d'argento porta la firma di una delle bandiere del paralimpismo italiano e mondiale, Francesca Porcellato, che oggi ha esordito nella sua undicesima Paralimpiade tra edizioni estive e invernali. La campionessa veneta ha portato a casa il secondo posto nella H1-3 correndo in 33:30.52. L'ultima medaglia per il ciclismo è arrivata dalla prova di Giorgio Farroni nella T1-2. Il marchigiano, bronzo a Pechino 2008 e argento a Londra 2012, ha corso la crono in 32:10.83, un tempo che gli è valso l'argento.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paralimpiadi trionfali, nove medaglie in un giorno

Today è in caricamento