rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
IL PERSONAGGIO

Mikaela Shiffrin, la stella spenta dei Giochi

La campionessa statunitense è uscita dopo poche porte sia in gigante che in slalom. Una grande delusione per quella che era stata la regina dei giochi di Pyeongchang

I giochi di Pechino 2022 non sono decisamente i giochi di Her Majesty. Mikaela Shiffrin anche oggi, mercoledì 9 febbraio, ha dovuto fare i conti con una grande delusione. La sua gara olimpica di slalom, proprio come era già capitato in gigante, è durata soltanto poche porte. In entrambe le occasioni la campionessa americana è immediatamente uscita di scena.

Se l’errore nel gigante olimpico di lunedì poteva essere considerato una giornata no o un semplice passaggio a vuoto, questa eliminazione nello slalom brucia decisamente di più. Mikaela Shiffrin è una polivalente, ma lo slalom è la sua gara. In questa disciplina ha vinto la sua prima medaglia d'oro nello slalom speciale diventando, a 18 anni e 345 giorni, la più giovane campionessa olimpica della specialità nella storia dello sci alpino.

Pechino 2022: la delusione di Mikaela Shiffrin

Dopo l'oro in gigante e l'argento in slalom a Pyeongchang 2018, la stella statunitense a Pechino voleva aumentare il suo palmares che vanta anche sei titoli iridati.

Per questo questa doppia eliminazione nelle discipline tecniche, in entrambi i casi dopo poche porte, è stato un vero e proprio shock, una mazzata che è difficilissima da digerire per questa campionessa. Nessuno poteva immaginarsi che la sua gara di slalom, disciplina in cui ha vinto 47 gare, risultato mai raggiunto da nessun altro, le riservasse una delusione così tremenda. Ora la sua stessa partecipazione alle prossime gare è in dubbio.

"Adesso voglio fermarmi un attimo a riflettere, rielaborare quanto successo e cercare di capire cosa ho fatto davvero di sbagliato. Questa uscita sta mettendo in discussione i miei ultimi 15 anni e tutto ciò che credevo di sapere sulla mia sciata, sullo slalom e sul modo di affrontare le competizioni dal punto di vista mentale. In questo momento sono piuttosto giù di morale, ma non sarà così per sempre", ha dichiarato Mikaela Shiffrin.

Tra i tanti messaggi di affetto c’è anche quello di una leggenda dello sci come la connazionale Lindsey Vonn. "Sono distrutta per Mikaela Shiffrin ma questo non la priva della leggendaria carriera e di quello che è capace di fare e realizzerà in futuro. Mantieni la testa alta".

Per Shiffrin la miglior medicina sarà quella di andare a caccia di un immediato riscatto. La prima occasione ce l'avrà nel supergigante, dove dovrà però fare i conti con un'agguerrita concorrenza. In combinata, invece, sulla carta non ha rivali. I giochi non sono ancora finiti e la stella di Her Majesty, che parteciperà anche al team event con la nazionale statunitense, può ancora brillare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mikaela Shiffrin, la stella spenta dei Giochi

Today è in caricamento