Sabato, 23 Ottobre 2021
A Vicenza / Vicenza

L'ultimo saluto a Paolo Rossi: i compagni di Spagna 1982 portano la bara in duomo

I funerali di Pablito a Vicenza. Cabrini, Tardelli, Antognoni e altri protagonisti della storica impresa hanno sorretto e accompagnato il feretro

Oggi il mondo del calcio, e non solo, ha dato l'ultimo emozionato saluto a Paolo Rossi, morto giovedì scorso dopo una brutta malattia. È lutto cittadino a Vicenza dove si sono svolti in Duomo i funerali di Pablito, il bomber indimenticato del Mundial spagnolo del 1982, morto all'età di 64 anni. Alle esequie presenti molti dei suoi ex compagni di squadra. Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha deposto una maglia azzurra della nazionale italiana con il numero 20 (quello indossato ai Mondiali di Spagna) sul feretro. A ricordare il centravanti che portò la Nazionale alla conquista del terzo titolo mondiale ci sono manifesti alle finestre, sui balconi e sugli alberi, nella città in cui l'attaccante si mise in luce nei primi anni della sua carriera.

I funerali di Paolo Rossi a Vicenza

Marco Tardelli, Giancarlo Antognoni, Antonio Cabrini e Fulvio Collovati, ex compagni di nazionale di Paolo Rossi nella vittoria del Mondale '82, sono tra coloro che hanno portato il feretro del campione nella cattedrale di Vicenza, dove si è tenuta la cerimonia funebre. In chiesa anche Roberto Baggio. All'esterno i cori della gente ad intonare "Paolo, Paolo...". Numerose le persone che hanno voluto portare l'ultimo saluto al campione.

Il ricordo degli amici e degli ex compagni di squadra

"La morte di Paolo mi ha colpito perché non sapevo della sua malattia e quindi è stato un fulmine a ciel sereno. Lui ha rappresentato il calcio italiano, non ha eguali in assoluto". Paolo Maldini ricorda così Paolo Rossi, prima che cominci la cerimonia funebre al Duomo di Vicenza. "Paolo Rossi era solo lui e io ho avuto la fortuna di giocarci insieme al Milan, lui a fine carriera e io giovanissimo", ha aggiunto Maldini.

"Non ho perso solo un compagno di squadra, ma un amico e un fratello. Insieme abbiamo combattuto, vinto e a volte perso, sempre rialzandoci anche davanti alle delusioni. Siamo stati parte di un gruppo, quel gruppo, il nostro gruppo. Non pensavo ti saresti allontanato così presto, ma che avremmo camminato ancora tanto insieme". Così Antonio Cabrini, ex compagno nella Juve e nella Nazionale, ricorda con la voce rotta dalla commozione Paolo Rossi in occasione dei suoi funerali in Duomo. "Già mi manchi, le tue parole di conforto, le tue battute e i tuoi stupidi scherzi. Le tue improvvisate e il tuo sorriso. Mi manca proprio tutto di te, oggi voglio ringraziarti perché se sono quello che sono lo devo anche al meraviglioso amico che sei stato", ha aggiunto. "Io non ti lascerò mai, ma tu stai vicino a tutti noi, come io starò vicino a Federica e ai tuoi figli", ha concluso Cabrini.

funerale_paolo_rossi-2-2

"Di Paolo ricordo la sua figurina di quando io ero poco più che bambino, poi ho avuto la fortuna di giocare assieme a lui. I suoi insegnamenti sono stati fondamentali nella mia carriera, lui è sempre stato un punto di riferimento in campo ma soprattutto fuori". Visibilmente commosso anche Giuseppe Galderisi, compagno di Pablito in nazionale e alla Juventus nel ricordare il campione scomparso. "Mi mancherà tanto - ha aggiunto Galderisi -e sono sicuro mancherà a tutto il mondo del calcio".

Queste le parole della moglie Federica Cappelletti: "Questo grande affetto per Paolo che ho percepito è la dimostrazione di quanto fosse amato da tutto il mondo. Era la persona di tutti, ben disposto a darsi, era un generoso. Paolo era grande nella quotidianità fatta anche di cose semplici, di grandi valori e insegnamenti. Una persona che amava la famiglia, la casa. Ho scelto di mandare il primo messaggio nella chat dei campioni di Spagna '82 perché so quanto ci tenesse. Ho pensato che non potevo non scrivere a loro, volevo che loro lo sapessero prima degli altri per il senso di squadra e di questa amicizia forte".

Simonetta Rizzato, la prima moglie di Paolo Rossi: “Il nostro fu un colpo di fulmine” 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo saluto a Paolo Rossi: i compagni di Spagna 1982 portano la bara in duomo

Today è in caricamento