rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport

Serie A, 26^ giornata: probabili formazioni

Solo una partita il sabato, ben due il lunedì. In mezzo il derby tra Inter e Milan

La 26^ giornata di Serie A porta i colori di Inter e Milan. Nerazzurri e rossoneri si giocano il derby della 'Madunina' domenica sera. E' il big match di questo turno di campionato. La Juventus, domenica pomeriggio, affronterà il Siena mentre il Napoli sarà chiamato a rispondere, lunedì, ad Udine contro Di Natale e soci. Monday night anche per la Lazio. Roma e Fiorentina, invece, impegnate in trasferta domenica pomeriggio.

PALERMO-GENOA - La 26esima giornata si apre con un una sfida cruciale nella lotta per la salvezza, uno snodo decisivo che potrebbe determinare l'ultima parte di stagione: il Genoa, quartultimo in classifica e in grande ripresa, vola a Palermo per cercare il quinto risultato utile consecutivo ed allargare ulteriormente il solco tra sé e le tre inseguitrici che tentanto di evitare la retrocessione, tra le quali sono presenti anche gli stessi rosanero.

SAMPDORIA-CHIEVO - La cura Delio Rossi e quella Corini funzionano alla perfezione per Sampdoria e Chievo, che dal giorno dell'avvicendamento in panchina tra gli allenatori precedenti e quelli attuali hanno decisamente cambiato marcia, allontandosi in maniera decisa dalla zona retrocessione. Entrambe ora occupano una posizione abbastanza tranquilla e godono di un buon momento, specialmente i liguri che hanno colto sei risultati utili nelle ultime sette partite.

ATALANTA-ROMA - La Roma si sarà risollevata definitivamente dal suo momento di crisi? Potrà rilanciare le proprie ambizioni? L'Atalanta rischia di essere risucchiata di nuovo nella zona retrocessione? La partita di oggi dell'Atleti Azzurri d'Italia può fugare alcuni interessantissimi dubbi, tra due squadre che arrivano da momenti non facili: la bella vittoria contro la Juve ha interrotto una striscia di sei partite senza vittorie per la Roma, mentre l'Atalanta ha vinto solo una volta negli ultimi nove turni.

BOLOGNA-FIORENTINA - Una delle sfide più storiche della Serie A, il derby dell'Appennino tra Bologna e Fiorentina, vive la sua ennesima puntata in un momento con obiettivi decisamente diversi per le due squadre, che spesso in passato si sono sfidate non solo per la gloria ma anche per piazzamenti importanti. La Fiorentina dopo la prestazione contro l'Inter ha rilanciato le proprie ambizioni di terzo posto, mentre il Bologna deve guardarsi alle spalle dalla grande rimonta del Genoa nella sfida per la salvezza.

CAGLIARI-TORINO - Al termine di una settimana parecchio movimentata, con l'arresto del presidente Cellino e i problemi relativi a Is Arenas, il Cagliari ha colto un successo importantissimo in chiave salvezza espugnando Pescara per 0-2. La speranza dei tifosi sardi è che, dopo quest'altra settimana complicata, la squadra rossoblu riesca ancora a compattarsi e a guadagnare altri punti utili contro il Torino, squadra ostica che lontano da casa ha perso solo tre incontri su tredici.

JUVENTUS-SIENA - La Juventus capolista punta subito a rilanciare la propria marcia in campionato dopo il bruciante stop di sabato scorso contro la Roma: il mezzo passo falso del Napoli del giorno successivo ha lasciato i bianconeri ad almeno due partite di distanza dovute al vantaggio di quattro punti, che la Juve punta a mantenere o incrementare ulteriormente ospitando quest'oggi il Siena, squadra pericolosa e galvanizzata dal successo casalingo con la Lazio.

PARMA-CATANIA - Due delle migliori sorprese del campionato si sfidano quest'oggi in uno scontro diretto per stabilire quale sia la vera rivelazione di questa stagione. Il Catania è addirittura settimo a tre punti dall'ultimo posto valido per l'Europa League dopo l'ultima vittoria arrivata contro il Bologna nel fortino del Massimino, mentre il Parma ha lievemente perso terreno nelle ultime sei partite senza vittorie, nonostante sia sempre stato a sua volta a ridosso delle migliori per tutte le prime 20 giornate.

INTER-MILAN - Una città intera si ferma e per la 210ima volta aspetta che la battaglia sul campo esprima il verdetto su chi sia la padrona calcistica di Milano, in una sfida infinita che vede l'Inter leggermente avanti con 75 vittorie contro le 73 dei rivali rossoneri. Un derby carico di motivazioni, con il ritorno di Balotelli da ex davanti ai suoi vecchi tifosi e il Milan che per la prima volta in stagione siede in classifica davanti ai nerazzurri; il clima sarà sicuramente infuocato al Meazza.

UDINESE-NAPOLI - Dopo il deludente pareggio contro la Sampdoria che ha impedito al Napoli di tornare a -2 dalla Juve e la pratica da svolgere a Praga in Europa League, ora il Napoli può tornare a concentrarsi completamente sul campionato nella speranza di mantenere il passo della Juve e poi giocarsi le residue chance di scudetto nello scontro diretto al San Paolo. Dall'altra parte c'è un'Udinese altalenante, reduce sì da una sconfitta col Genoa ma anche da quattro vittorie consecutive in casa.

LAZIO-PESCARA - La Lazio deve reagire dopo la sconfitta esterna a Siena che ha causato il sorpasso del Milan al terzo posto e tener viva la speranza di qualificarsi alla propria Champions League. L'occasione che si presenta è, sulla carta, una delle migliori possibili per gli uomini di Petkovic, all'Olimpico arriva il Pescara, squadra che è reduce da un solo punto nelle ultime sei partite e presenta il peggior attacco e la peggior difesa di Serie A.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, 26^ giornata: probabili formazioni

Today è in caricamento