Lunedì, 17 Maggio 2021

Sarri-Juve, il matrimonio continuerà?

Una figura ben addentro alle vicende del calcio torinese (e non solo), sentita da Today, ha confermato che qualche perplessità in società sul tecnico toscano ci sarebbe davvero

Sarri allenatore della Juventus anche la prossima stagione? E' molto probabile, a meno di disastri nel prossimo mese tra volata finale per lo Scudetto e fase finale della Champions League in Portogallo. Una figura ben addentro alle vicende del calcio torinese (e non solo), sentita da Today, ha confermato che qualche perplessità in società sul tecnico toscano ci sarebbe davvero, ma non è un segreto che non sia ancora scoccata la scintilla tra il mondo bianconero e Sarri, così diverso da Allegri. Il mister ex Empoli e Napoli ha la sua idea di calcio molto precisa e rigorosa (troppo?), e proprio per questo è stato voluto fortemente dalla dirigenza: per cambiare la proposta tattica. Ma non tutto è andato come previsto in questa strana prima stagione caratterizzata dalla lunga pausa per l'emergenza sanitaria. Il gioco sarriano si vede solo a tratti, e il feeling non sarebbe esaltante con i senatori dello spogliatoio. Sarri va avanti per la sua strada. 

Tutte le voci su presunti sondaggi effettuati dalla Juventus per altri allenatori (Pochettino su tutti) non hanno alcun riscontro, e qualsiasi decisione sul futuro della guida tecnica della prima squadra non potrà non dipendere dai risultati in serie A e in Champions League. Inutile nasconderlo: la vittoria in campionato a meno di sorprese a questo punto inaspettate è vicinssima, ma un'eventuale uscita dall'Europa per mano del Lione non getterebbe luci incoraggianti sul futuro di Sarri a Torino.

Pensare però che la Vecchia Signora decida di esonerare dopo un solo anno un allenatore che vince lo Scudetto e fa strada in Champions League (magari anche senza vincere la competizione) è surreale. Tra un mese il futuro di Sarri sarà molto più chiaro.

“Io in discussione? Avete mai chiesto a un pilota di Formula1 se ha paura della velocità? Qui va tutto bene se vinci, va tutto male se perdi. La logica sono le critiche all’allenatore. Chi fa questo mestiere non deve avere paura” ha detto ieri in conferenza stampa l'allenatore. E ancora: “Io ho un contratto e lo voglio onorare a tutti i costi. Voglio andare avanti con la Juve. La Premier è bellissima ma il desiderio di tornare in Italia l’ho sempre avuto”. Poi ha fatto un paragone tra questa Juve e il suo Napoli migliore, quello dei 91 punti in classifica: “Questa squadra è molto più forte individualmente. A Napoli quel risultato è arrivato al terzo anno. Vediamo se alla Juve riesco a lavorare tre anni…”. Servirebbe un indovino al momento per sapere se ce la farà.

Sarri-Juve, scricchiolii e punti di domanda: che cosa succederà in vista della stagione 2020-21

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarri-Juve, il matrimonio continuerà?

Today è in caricamento