Giovedì, 5 Agosto 2021
Sport

Schumacher, non ci sono buone notizie: "Speriamo che un giorno torni con noi"

L'augurio di Sabine Kehm all'inaugurazione del museo dedicato al campione tedesco: "Possiamo solo sperare"

Il campione tedesco ha 47 anni

Qualche giorno fa l'ex presidente ferrarista Luca Montezemolo ha detto che le ultime notizie sulla salute di Schumi "non sono buone". Oggi è Sabine Kehm a dire la sua sulle difficili condizioni del campione tedesco. Michael Schumacher è ancora in convalescenza nella sua casa in Svizzera dopo l'incidente sulle nevi di Meribel, in Francia, nel dicembre 2013. Schumi ha lasciato l'ospedale nel settembre del 2014 e continua una difficile riabilitazione per i gravi danni alla testa per effetto della caduta.

Il 47enne ex ferrarista è assistito quotidianamente, ma non filtrano notizie positive circa il suo stato di salute. La storica addetta stampa del campione di Formula 1, parlando alla cerimonia di apertura di un museo a lui dedicato a Marburg, si affida alla speranza: "Spero che con la pazienza e il continuo supporto Michael Schumacher un giorno torni con noi".

"Michael è il pilota più vincente della storia della Formula 1 e in giornate come questa è bello ricordarlo - ha continuato Sabine Kehm - Non è qui, e ci manca. Sappiamo tutti cos'è accaduto e non si può cambiare. Possiamo solo sperare che con pazienza e continuo supporto un giorno possa essere qui di nuovo con noi".

MONTEZEMOLO - "Schumacher? Ho continuamente sue notizie, e purtroppo non sono buone, non come uno sperava", aveva detto l'ex presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, intervistato da Giovanni Floris al Quattroruote Day. Montezemolo non ha lasciato trasparire alcun ottimismo sullo stato di salute del campione tedesco: "È stato un grandissimo pilota, con lui abbiamo condiviso un lungo tratto di strada umana e professionale, abbiamo avuto anche il piacere di avere i rispettivi figli quasi in contemporanea. La vita è davvero strana. Lui - ha detto con voce commossa Montezemolo - è stato il pilota più vincente con la Ferrari, ha avuto un solo incidente serio in carriera nel 1999 e allora fu colpa nostra, non sua. Purtroppo una caduta sugli sci, accidentale, lo ha rovinato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schumacher, non ci sono buone notizie: "Speriamo che un giorno torni con noi"

Today è in caricamento